Nel periodo che va dall’inizio degli anni Cinquanta fino al boom economico, nei documenti e nelle riviste specializzate dell’epoca si fa strada l’idea che l’industria, per presentarsi al pubblico, abbia bisogno di uno stile, ovvero di un’identità estetica e cultura.

“Stile industriale” appunto. Carlo Vinti con questo libro prova a ricostruire i caratteri peculiari di tale stagione mettendo a confronto in particolare l’attività di comunicazione svolta da due grandi realtà industriali: da un lato, il caso Italsider; dall’altro la Pirelli che nel dopoguerra già costituiva una holding internazionale.

Pirelli e Italsider, infatti, condivisero con Olivetti lo sforzo di elaborazione di una proprio identità estetica e culturale il cui risultato è un’immagine riconoscibile ma non uniforme, che non si esauriva nella messa a punto di un dispositivo di identificazione grafica e non era del tutto assimilabile alle teorie della corporate identity che contemporaneamente venivano delineandosi in ambito internazionale.

 

Gli anni dello stile industriale 1948-1965
Carlo Vinti, Edizione Marsilio, 2007

24/10/2011