Il libro, una cui copia originale è conservata presso l’Archivio Storico della Fondazione Pirelli, fu edito in occasione del cinquantenario della Pirelli & C. di cui racconta le orgini e il progressivo sviluppo.

La storia parte dall’estate del 1870 quando Giovanni Battista Pirelli, appena laureatosi in ingeneria, ottiene l’assegnazione in una borsa di studio che gli consente di svolgere un viaggio di perfezionamento all’estero.
La borsa, assegnata per la Sezione Industriale dell’Istituto Tecnico Superiore di Milano, lo impegnava ad applicarsi principalmente allo studio di un’industria nuova o poco diffusa in Italia.

Ogni ramo d’industria, a quell’epoca, era nuovo o poco diffuso, e Giovanni Battista Pirelli non ha che l’imbarazzo della scelta. Tuttavia, prescelse lo studio della gomma, la quale in Italia non esisteva affatto ed era un’industria appena sorta negli stessi paesi economicamente più progrediti.

Inizia così la storia della Pirelli & C. Durante questo viaggio studio, Giovanni Battista avrebbe tenuto un diario e i suoi scritti sono diventati un libro: Viaggio di istruzione all’estero. Diario 1870-1871 curato da Francesca Polese ed edito da Saggi Marsilio nel 2003.

24/10/2011