Le motivazioni degli imprenditori analizzate dal punto di vista sociale e culturale

 

Imprenditori per necessità o per volontà. Storie diverse che confluiscono nella creazione di un’organizzazione della produzione che, in qualche modo, conserva qualcosa delle sue origini. Capire perché e come nasce un’impresa, passa anche dalle motivazioni che hanno spinto un imprenditore nella sua creazione E’ quanto hanno provato a fare Angela Mota, Vitor Braga, Vanessa Ratten con il loro “Entrepreneurship Motivation: Opportunity and Necessity”.

La considerazione dalla quale prende le mosse la ricerca è che i neoimprenditori avviano la propria attività per diversi motivi, ma si possono facilmente distinguere le loro motivazioni in due tipi: la volontà di essere un imprenditore e il bisogno di esserlo. Detto in altri termini, trovare una buona opportunità nel mercato non è l’unico modo per avviare un’impresa; anche gli imprenditori possono iniziare un’attività “perché non c’è scelta migliore o nessuna altra alternativa per evitare la disoccupazione”.

L’indagine di Mota, Braga e Ratten cerca di collegare le caratteristiche di origine dell’imprenditore e della sua impresa con le motivazioni della stessa. Alla base della ricerca è il Global Entrepreneurship Monitor che distingue le motivazioni degli imprenditori secondo due spinte: opportunità e necessità. La ricerca quindi prova  ad analizzare le principali motivazioni degli imprenditori nei diversi paesi, presentando le caratteristiche che maggiormente influenzano le motivazioni degli individui sia per necessità che per opportunità; e infine raggruppa i paesi in termini di tipi di imprenditorialità. Ciò che ne deriva indica come le spinte all’imprenditorialità siano fortemente correlate alle caratteristiche sociodemografiche dell’imprenditore; contano ancora una volta l’età, l’istruzione e il reddito familiare. Al contrario, viene notato dagli autori, gli imprenditori “per necessità” non cercano di avviare un’attività innovativa, né percepiscono buone opportunità nel loro contesto. Ambiente sociale, economico e “storico”, quindi, condizionano in un continuo scambio di provocazioni l’origine e il futuro delle imprese, a partire da chi le concepisce e le crea. E’, a ben vedere, lo stesso schema attraverso il quale una cultura (questa volta d’impresa), prende forma e  si sviluppa.

L’intervento di Mota, Braga e Ratten è utile da leggere per capire di più di un processo che ogni volta cambia aspetto ma probabilmente non sostanza.

 

Entrepreneurship Motivation: Opportunity and Necessity
Angela Mota, Vitor Braga, Vanessa Ratten
In Sustainable Entrepreneurship
The Role of Collaboration in the Global Economy, 2019

16/04/2019