L’azienda come base fondante dell’impresa, insieme all’imprenditore ovviamente. Ma la dottrina economica insegna: senza ciò che i classici dicono essere un insieme coordinato di fattori della produzione, lo spirito imprenditoriale può poco. E, d’altra parte, non c’è impresa senza azienda, non c’è imprenditore che non pensi subito, appena scattata la scintilla creativa di un’idea di prodotto, proprio a quell’insieme coordinato di mezzi di produzione che possa consentirgli di arrivare all’obiettivo che si è prefissato.

 

Da qui lì’importanza di capire bene che cosa sono le aziende, come sono fatte e come vivono. Da qui, quindi, la necessità di poter avere fra le mani buoni libri come “L’azienda di produzione. Elementi costitutivi, condizioni operative, creazione di valore” di Enrico Gonella. Un volume che già dal titolo indica qualcosa in più: non solo il racconto di com’è fatta un’azienda, ma anche il suo fine ultimo: la creazione di valore. 

 

Il libro però è un manuale che parte da una considerazione: “L’azienda di produzione rappresenta un fondamentale fattore propulsivo dell’economia, giacché contribuisce al soddisfacimento dei bisogni umani, realizzando beni e prestando servizi, e offre al lavoro e al capitale, fattori produttivi primigeni, possibilità di impiego e di rimunerazione”.

 

Gonella insegna Economia aziendale presso il Dipartimento di Economia e Management dell’Università di Pisa, e quindi sa come condurre per mano il lettore attraverso le parti che compongono un’azienda, delineando di fatto una moderna cultura d’impresa. Con tutta la consapevolezza del caso. “Esaminare l’azienda, entità di natura complessa, multiforme e dinamica, al fine di ricercarne possibili uniformità, di sicuro non è compito agevole – dice infatti l’autore -. Va detto, però, che ogni nucleo produttivo possiede un proprio apparato strutturale, svolge una sua particolare attività, interagisce con l’ambiente in cui sorge, vive, si sviluppa, talora cessa di esistere. L’azienda è, appunto, tutto questo: struttura, dinamica, elemento di uno specifico sistema economico”. Questa entità, d’altra parte, vive secondo “precise regole di funzionamento, da cui non si può prescindere”, ma è anche “strumento forgiato dall’uomo per raggiungere certi obiettivi, ad esempio la creazione di valore nel lungo periodo”.

 

Fanno parte del libro – oltre a capitoli necessari come quelli che esaminano ogni componente -, anche altri che prendono in considerazione l’equilibrio aziendale e la specifica funzione creatrice di valore oltre che un passaggio finale che ragiona sulla distinzione o meno fra fini aziendali e fini dei soggetti economici che presidiano l’azienda. 

 

L’azienda di produzione. Elementi costitutivi, condizioni operative, creazione di valore

Enrico Gonnella

Franco Angeli, 2014