Per il nuovo allestimento dell’Open Space della Fondazione abbiamo esposto 56 opere originali che ripercorrono la storia della comunicazione aziendale dagli anni Dieci alla fine degli anni Sessanta e che documentano l’intenso rapporto di committenza con artisti di fama internazionale, che da sempre caratterizza l’azienda. 

Si tratta di bozzetti eseguiti per pubblicizzare i prodotti, di disegni realizzati per illustrare articoli e servizi della rivista “Pirelli” o celebrare gli anniversari del Gruppo industriale: le opere esposte portano la firma di grandi artisti come Armando Testa, Bruno Munari, Bob Noorda e Lora Lamm, per citarne alcuni.

Tra i materiali selezionati anche tre opere di grande formato con vedute degli stabilimenti e statistiche sulla produzione, realizzate da Domenico Bonanimi e Umberto Ubaldi nel 1922, ed esposte al Museo Storico delle Industrie Pirelli per celebrare il 50° anniversario dell’azienda.

A pavimento sono state riprodotte inoltre diverse fotografie, che documentano le modalità di veicolazione del messaggio pubblicitario attraverso l’affissione di manifesti, cartelli vetrina e fiere. Al centro dell’Open Space, sempre a pavimento, delle schede tecniche raccontano  la storia della produzione dei pneumatici Pirelli più famosi, dal “Cord” allo “Stella Bianca”, dallo “Stelvio” al “Cinturato”.

In una teca dedicata è esposto, nell’originale reinterpretazione di una pubblicità realizzata da Riccardo Manzi per il «Cinturato» Pirelli nel 1957, il “Cinturato All Season», il nuovo pneumatico progettato per garantire una mobilità alternativa ed innovativa.

Guarda la Gallery su Facebook

02/04/2015