Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Prenota un percorso Educational

Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
  • Scuola Primaria

  • Scuola Secondaria di I grado

  • Scuola Secondaria di II grado

  • Università

Back
Scuola Primaria
Prenota un percorso Educational

Seleziona il laboratorio che ti interessa e il giorno
Inserisci i dati richiesti, il nostro team confermerà la disponibilità via mail
Il numero di posti massimo prenotabile per classe è di 30 persone. Le richieste che eccedono questo valore non verrano accettate.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di I grado
Prenota un percorso Educational

Seleziona il laboratorio che ti interessa e il giorno
Inserisci i dati richiesti, il nostro team confermerà la disponibilità via mail
Il numero di posti massimo prenotabile per classe è di 30 persone. Le richieste che eccedono questo valore non verrano accettate.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di II grado
Prenota un percorso Educational

Seleziona il laboratorio che ti interessa e il giorno
Inserisci i dati richiesti, il nostro team confermerà la disponibilità via mail
Il numero di posti massimo prenotabile per classe è di 30 persone. Le richieste che eccedono questo valore non verrano accettate.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Università
Prenota un percorso Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Invia la tua richiesta per una visita guidata alla Fondazione Pirelli

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Capire la “crisi” fa bene alla cultura d’impresa

Idee chiare e concetti limpidi. La buona cultura d’impresa si nutre anche di questo. Ed è importante che sia così, soprattutto in tempi difficili. Ecco perché, per esempio, aver chiaro in mente cosa voglia dire “crisi” è condizione necessaria per l’imprenditore avveduto e il manager attento. Allora è utile leggere “Il tempo della crisi” di Gianni Puglisi in procinto di uscire in tutte le librerie. Puglisi è Professore di Letteratura comparata presso all’Università IULM ma è anche giornalista e soprattutto osservatore attento delle cose della realtà di oggi. Ripercorre quindi tutti i significati del vocabolo “crisi” attingendo di continuo a esempi tratti da letteratura, cinema, filosofia, mitologia, antropologia.

“Quale crisi? – si chiede Puglisi -, È questa la domanda che cominciano a farsi in molti, da un lato ascoltando i politici, gli economisti e quanti a loro si accodano, che ne predicano, a giorni alterni, l’inizio della fine e la difficoltà ad uscirne, e dall’altro lato osservando la vita nelle città, le folle negli outlet, nei supermercati, nei negozi di lusso, nelle stazioni sciistiche, gli ingorghi sulle autostrade, nei centri storici. Sicuramente una crisi c’è stata e forse è ancora in atto, ma di certo la situazione è ben lontana da quella che vogliono farci credere e anche vedere i responsabili vicini e lontani della crisi stessa”.

Capire per davvero la realtà, quindi, passa anche dalla comprensione del significato profondo delle parole che si usano per descriverla e raccontarla.

Dalle pagine di Puglisi, emerge che la “crisi” di oggi è certamente economica, ma non solo. E’ qualcosa di più vasto e più complesso: universale e particolare in un solo momento.  Qualcosa che coinvolge macroeventi della globalizzazione ma anche comportamenti di ogni giorno di persone sulla piccola scena sociale.

Una condizione nella quale, occorre aggiungere, proprio la cultura d’impresa dà e riceve stimoli. Perché, diciamo noi, è naturale che l’impresa sia oggetto e soggetto della crisi, protagonista e vittima, strumento di rivalsa e di condivisione delle difficoltà. Luogo in cui, per tutto questo, proprio l’idea della “crisi” deve essere più chiara e capita.

Il libricino di Puglisi – 136 pagine da leggere concentrati e veloci -, aiuta a comprendere, fornisce strumenti validi anche per capire la realtà dentro e fuori l’impresa.

Leggere le pagine di Puglisi, quindi, è buona cosa per tutti. Anche perchè chi le scrive è sapiente ma non dà l’aria di esserlo. E quindi si fa comprendere da tutti.

Il tempo della crisi

Gianni Puglisi

Sellerio, 2015