Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
    Seleziona una delle seguenti categorie:
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
Back
Scuola Primaria
Percorsi Fondazione Pirelli Educational


Presto online i nuovi percorsi didattici per l’anno scolastico 2024/2025 di Fondazione Pirelli Educational.

Stay tuned!

Per partecipare alla presentazione del programma che si terrà a settembre clicca qui
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per l’invio, anche a mezzo e-mail, di comunicazioni relative ad iniziative/convegni organizzati dalla Fondazione Pirelli..

Back
Scuole secondarie di I grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational


Presto online i nuovi percorsi didattici per l’anno scolastico 2024/2025 di Fondazione Pirelli Educational.

Stay tuned!

Per partecipare alla presentazione del programma che si terrà a settembre clicca qui
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.
Back
Scuole secondarie di II grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational


Presto online i nuovi percorsi didattici per l’anno scolastico 2024/2025 di Fondazione Pirelli Educational.

Stay tuned!

Per partecipare alla presentazione del programma che si terrà a settembre clicca qui
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.
Back
Università
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Per informazioni sulle attività della Fondazione e l’accessiblità agli spazi
contattare il numero 0264423971 o scrivere a visite@fondazionepirelli.org

Nuove bussole per imprese e società

L’ultima ricerca del Centro Einaudi fornisce una fotografia attenta della realtà in cui ci si sta muovendo

Dalla globalizzazione alla postglobalizzazione. Non si tratta di categorie astratte, ma di concetti importanti che è necessario comprendere per riuscire ad orientarsi in una realtà – sociale ed economica –  che cambia, è sempre più complicata, che presenta forti rischi ma altrettanto forti opportunità. Per questo serve leggere “Il mondo ha perso la bussola”, Rapporto 2024, curato da Mario Deaglio, del Centro di Ricerca e Documentazione Luigi Einaudi di Torino.

Deaglio e i suoi collaboratori (Giorgio Arfaras, Giuseppina De Santis, Paolo Migliavacca, Giuseppe Russo) partono da un interrogativo. Ci sono ancora punti cardinali sicuri a cui guardare per orientarsi? La risposta – le risposte, anzi – arrivano da una narrazione attenta che tocca alcuni capisaldi: la constatazione che “le certezze sonio finite” in ogni campo di attività, le relazioni tra Europa e Stai Uniti, la tornata complessa delle elezioni 2024, il continuo oscillare tra spinte di pace e azioni di guerra, l’approfondimento della situazione italiana.

Il Rapporto scandaglia così temi e scenari del mondo postglobale in cui persone e imprese si trovano a vivere ed agire. Serve, è il messaggio del gruppo di ricerca del Centro Einaudi, una nuova bussola, ma è a anche il momento, per imprese, banche e governi, di guardare al proprio interno e di dimostrare la propria antifragilità. Tutto con alcuni esempi che chiariscono molto della situazione: il livello dell’istruzione che non cresce più, il modo di vivere, la guerra industriale (e pacifica) dell’auto elettrica, i molti problemi dell’economia come quelli della Germania oltre che dell’Italia.

Dopo i “decenni straordinari della globalizzazione” – è uno dei messaggi della ricerca coordinata di Deaglio –  è necessario comprendere le sfide del nostro tempo e continuare a navigare con saggezza verso un futuro di crescita sostenibile. Il Rapporto fornisce la base necessaria: una lucida fotografia della realtà.

Il mondo ha perso la bussola

Mario Deaglio (a cura di)

Guerini e Associati, 2024

L’ultima ricerca del Centro Einaudi fornisce una fotografia attenta della realtà in cui ci si sta muovendo

Dalla globalizzazione alla postglobalizzazione. Non si tratta di categorie astratte, ma di concetti importanti che è necessario comprendere per riuscire ad orientarsi in una realtà – sociale ed economica –  che cambia, è sempre più complicata, che presenta forti rischi ma altrettanto forti opportunità. Per questo serve leggere “Il mondo ha perso la bussola”, Rapporto 2024, curato da Mario Deaglio, del Centro di Ricerca e Documentazione Luigi Einaudi di Torino.

Deaglio e i suoi collaboratori (Giorgio Arfaras, Giuseppina De Santis, Paolo Migliavacca, Giuseppe Russo) partono da un interrogativo. Ci sono ancora punti cardinali sicuri a cui guardare per orientarsi? La risposta – le risposte, anzi – arrivano da una narrazione attenta che tocca alcuni capisaldi: la constatazione che “le certezze sonio finite” in ogni campo di attività, le relazioni tra Europa e Stai Uniti, la tornata complessa delle elezioni 2024, il continuo oscillare tra spinte di pace e azioni di guerra, l’approfondimento della situazione italiana.

Il Rapporto scandaglia così temi e scenari del mondo postglobale in cui persone e imprese si trovano a vivere ed agire. Serve, è il messaggio del gruppo di ricerca del Centro Einaudi, una nuova bussola, ma è a anche il momento, per imprese, banche e governi, di guardare al proprio interno e di dimostrare la propria antifragilità. Tutto con alcuni esempi che chiariscono molto della situazione: il livello dell’istruzione che non cresce più, il modo di vivere, la guerra industriale (e pacifica) dell’auto elettrica, i molti problemi dell’economia come quelli della Germania oltre che dell’Italia.

Dopo i “decenni straordinari della globalizzazione” – è uno dei messaggi della ricerca coordinata di Deaglio –  è necessario comprendere le sfide del nostro tempo e continuare a navigare con saggezza verso un futuro di crescita sostenibile. Il Rapporto fornisce la base necessaria: una lucida fotografia della realtà.

Il mondo ha perso la bussola

Mario Deaglio (a cura di)

Guerini e Associati, 2024

CIAO, COME POSSO AIUTARTI?