Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
    Seleziona una delle seguenti categorie:
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
Back
Scuola Primaria
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per l’invio, anche a mezzo e-mail, di comunicazioni relative ad iniziative/convegni organizzati dalla Fondazione Pirelli..

Back
Scuole secondarie di I grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.
Back
Scuole secondarie di II grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.
Back
Università
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Per informazioni sulle attività della Fondazione e l’accessiblità agli spazi
contattare il numero 0264423971 o scrivere a visite@fondazionepirelli.org
  • 29 Maggio 2024 La notte dei biplani Cornovaglia, 1916. La Prima Guerra Mondiale è alle porte. Una cameriera, un minatore, un giovane lord (Mary, John e Arthur) sono legati da una profonda amicizia e sognano ... +
  • 29 Maggio 2024

    La notte dei biplani

    Cornovaglia, 1916. La Prima Guerra Mondiale è alle porte. Una cameriera, un minatore, un giovane lord (Mary, John e Arthur) sono legati da una profonda amicizia e sognano di volare sui biplani dotati di tecnologia BOT. I Bio-Ordinatori-Tattici permettono ai piloti di diventare un tutt’uno con i biplani, che possono quindi essere guidati come se fossero un’estensione del corpo. Arthur e Mary fremono per arruolarsi in aviazione, John invece è contrario, crede nella pace. Quando però, all’improvviso, il loro mentore, Sir Richard, scompare mentre sta lavorando a un congegno che fa gola agli Imperi Centrali che all'Alleanza Occidentale, tutti e tre si ritrovano catapultati in cieli carichi di nuvole e battaglie aeree. Tra biplani inglesi, zeppelin e i triplani tedeschi la loro amicizia e il loro destino verranno segnati indelebilmente.   “La notte dei biplani” è ambientato in un 1916 alternativo. Un 1916 in cui incombe la guerra e i giovani piloti devono poter sintonizzare le proprie onde cerebrali con i computatori militari per poter guidare dei biplani. In questo universo ucronico, i progressi informatici sono giunti ben più avanti rispetto alla guerra che abbiamo conosciuto e combattuto noi a suon di messaggi in codice e macchine per decodificarli. Davanti agli occhi del lettore scorrono carrarmati sperimentali, sottomarini, aerei, connessioni cerebrali che consentono di comandare i mezzi alla stessa velocità del pensiero e molto altro. Come nella guerra che si è combattuta poco più di un secolo fa, sono però le giovani generazioni a pagare un prezzo altissimo, non solo in trincea: il corpo umano risulta incapace di sostenere il peso di una tecnologia così potente. Giocando con gli espedienti narrativi più disparati (il racconto è affidato ora a scambi di e-mail, ora a rapporti, ora al romanzo stesso), Morosinotto aggiunge un ulteriore livello di lettura donandogli un alone di steampunk attraverso le tavole a fumetti realizzate da Claudio Prati. Tra prime infatuazioni, primi approcci con la morte, ideali e grandi battaglie, “La notte dei biplani” è soprattutto un viaggio attraverso la fatica di fare i conti con la realtà, di diventare adulti e di trovare sempre la forza tanto di prendere il volo quanto di rimanere con i piedi ben piantati a terra, quando necessario.  

    La notte dei biplani
    di Davide Morosinotto
    Il Castoro, 2024

    La notte dei biplani
    CIAO, COME POSSO AIUTARTI?