Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
  • Scuola Primaria

  • Scuola Secondaria di I grado

  • Scuola Secondaria di II grado

  • Università

Back
Scuola Primaria
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di I grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di II grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Università
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Per informazioni sulle attività della Fondazione e l’accessiblità agli spazi
contattare il numero 0264423971 o scrivere a visite@fondazionepirelli.org

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Osservare, criticare, promuovere

“È nostro dovere consegnare alle giovani generazioni un Paese in cui sia ancora possibile aver fiducia nel futuro”. Questo il messaggio di benvenuto del presidente Marco Tronchetti Provera all’apertura del convegno Idee Italiane. Un osservatorio sullo stato della cultura nel nostro Paese che quest’anno ha avuto come focus l’architettura; in cerca d’identità quella italiana, anche perché, secondo Vittorio Gregotti “la quantità del costruito oggi prevale sulla qualità”, “non ci sono più regole”, “un popolo di barbari impazienti in cerca di modernità costruisce architetture che sono solo oggetti di design ingranditi e messi per terra”.
Una preoccupazione, quella di Gregotti, che in qualche modo ha anticipato il suggerimento offerto da Umberto Eco in chiusura: “l’Osservatorio Idee Italiane accanto al compito di osservare, dovrebbe avere anche quello di criticare e promuovere”. Promuovere in primo luogo la conservazione di quelli che sono i pilastri della nostra cultura: il congiuntivo, il punto e virgola, la costituzione, lo studio della storia, esemplifica Umberto Eco citando Massimo Cacciari.
Essere conservatori oggi può essere rivoluzionario, perché “solo conservando si potrà marciare verso il futuro”.

Lo scrittore e semiologo è entrato nella storia di Pirelli molti anni fa, ha ricordato il direttore della Fondazione Antonio Calabrò, quando pubblicò per la prima volta la ” Fenomenologia di Mike Buongiorno ” proprio sulla Rivista Pirelli, allora curata dal poeta Vittorio Sereni. Rivista Pirelli interamente conservata presso l’archivio storico della Fondazione e presto consultabile anche online.

Al convegno sono intervenuti anche il ministro del Beni Culturali Sandro Bondi e l’onorevole Walter Veltroni.

Link utili

Se l’ architettura insegue lo choc
Oggi solo i conservatori sono rivoluzionari

“È nostro dovere consegnare alle giovani generazioni un Paese in cui sia ancora possibile aver fiducia nel futuro”. Questo il messaggio di benvenuto del presidente Marco Tronchetti Provera all’apertura del convegno Idee Italiane. Un osservatorio sullo stato della cultura nel nostro Paese che quest’anno ha avuto come focus l’architettura; in cerca d’identità quella italiana, anche perché, secondo Vittorio Gregotti “la quantità del costruito oggi prevale sulla qualità”, “non ci sono più regole”, “un popolo di barbari impazienti in cerca di modernità costruisce architetture che sono solo oggetti di design ingranditi e messi per terra”.
Una preoccupazione, quella di Gregotti, che in qualche modo ha anticipato il suggerimento offerto da Umberto Eco in chiusura: “l’Osservatorio Idee Italiane accanto al compito di osservare, dovrebbe avere anche quello di criticare e promuovere”. Promuovere in primo luogo la conservazione di quelli che sono i pilastri della nostra cultura: il congiuntivo, il punto e virgola, la costituzione, lo studio della storia, esemplifica Umberto Eco citando Massimo Cacciari.
Essere conservatori oggi può essere rivoluzionario, perché “solo conservando si potrà marciare verso il futuro”.

Lo scrittore e semiologo è entrato nella storia di Pirelli molti anni fa, ha ricordato il direttore della Fondazione Antonio Calabrò, quando pubblicò per la prima volta la ” Fenomenologia di Mike Buongiorno ” proprio sulla Rivista Pirelli, allora curata dal poeta Vittorio Sereni. Rivista Pirelli interamente conservata presso l’archivio storico della Fondazione e presto consultabile anche online.

Al convegno sono intervenuti anche il ministro del Beni Culturali Sandro Bondi e l’onorevole Walter Veltroni.

Link utili

Se l’ architettura insegue lo choc
Oggi solo i conservatori sono rivoluzionari