Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
  • Scuola Primaria

  • Scuola Secondaria di I grado

  • Scuola Secondaria di II grado

  • Università

Back
Scuola Primaria
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di I grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di II grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Università
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Per informazioni sulle attività della Fondazione e l’accessiblità agli spazi
contattare il numero 0264423971 o scrivere a visite@fondazionepirelli.org

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Capire la diseguaglianza per capire come crescere

L’ultimo libro di Pierluigi Ciocca va al centro della questione povertà/ricchezza. E delinea un possibile percorso di sviluppo

 

Pochi ricchi, molti poveri. Diseguaglianze. Una questione che non è solo etica ma anche economica, perché mette in forse le basi stesse dello sviluppo e della crescita. Questione che oggi torna in primo piano. E non solo nelle analisi degli economisti, ma anche nelle cronache giornalistiche. E che deve anche essere tenuta in gran conto dalle imprese così come dai governi.

Attualissimo eppure antichissimo, il nodo delle diseguaglianze – e quindi della ricchezza e della povertà -, deve essere sciolto ma è difficilissimo scioglierlo. Per farlo, o almeno per provarci, serve prima capire bene come si è formato. Ed a questo serve leggere “Ricchi e poveri. Storia della diseguaglianza” di Pierluigi Ciocca: un vero racconto della continua contrapposizione di questi due stati dell’uomo scritto con le competenze di un economista e la curiosità di un antropologo, che va dal Paleolitico ai Sumeri, dagli Etruschi all’Antica Roma, fino all’Età moderna e contemporanea. E che non è, occorre sottolinearlo, un libretto di storia scritto da un economista, ma qualcosa di molto denso, importante, utile a molti.

Ciocca – con un linguaggio sempre piano e semplice ma non per questo privo di esattezza – delinea prima i concetti di povertà e ricchezza, poi approfondisce la constatazione che povertà/ricchezza sia la “diade che ha segnato e segna la storia dell’umanità”, per passare quindi ad approfondire alcuni passaggi della storia dell’umanità visti proprio dal lato del grado di povertà e ricchezza che li ha connotati. Ciocca, quindi, approfondisce la situazione dell’Europa preindustriale, poi quella che gradualmente ha condotto dal Medioevo al secolo dei Lumi, alla Rivoluzione industriale e quindi all’Ottocento e ai giorni nostri. L’autore, quindi, esamina le “ragioni dell’equità” e la possibilità di agire concretamente per ottenerla.

E’ bello da leggere il libro di Ciocca. Ed è bello da rileggere e da tenere come una specie di guida per comprendere meglio uno dei problemi (forse il problema) che più di altri può condizionare il futuro dell’attuale assetto economico e sociale.

Ricchi e poveri. Storia della diseguaglianza

Pierluigi Ciocca

Einaudi, 2021

L’ultimo libro di Pierluigi Ciocca va al centro della questione povertà/ricchezza. E delinea un possibile percorso di sviluppo

 

Pochi ricchi, molti poveri. Diseguaglianze. Una questione che non è solo etica ma anche economica, perché mette in forse le basi stesse dello sviluppo e della crescita. Questione che oggi torna in primo piano. E non solo nelle analisi degli economisti, ma anche nelle cronache giornalistiche. E che deve anche essere tenuta in gran conto dalle imprese così come dai governi.

Attualissimo eppure antichissimo, il nodo delle diseguaglianze – e quindi della ricchezza e della povertà -, deve essere sciolto ma è difficilissimo scioglierlo. Per farlo, o almeno per provarci, serve prima capire bene come si è formato. Ed a questo serve leggere “Ricchi e poveri. Storia della diseguaglianza” di Pierluigi Ciocca: un vero racconto della continua contrapposizione di questi due stati dell’uomo scritto con le competenze di un economista e la curiosità di un antropologo, che va dal Paleolitico ai Sumeri, dagli Etruschi all’Antica Roma, fino all’Età moderna e contemporanea. E che non è, occorre sottolinearlo, un libretto di storia scritto da un economista, ma qualcosa di molto denso, importante, utile a molti.

Ciocca – con un linguaggio sempre piano e semplice ma non per questo privo di esattezza – delinea prima i concetti di povertà e ricchezza, poi approfondisce la constatazione che povertà/ricchezza sia la “diade che ha segnato e segna la storia dell’umanità”, per passare quindi ad approfondire alcuni passaggi della storia dell’umanità visti proprio dal lato del grado di povertà e ricchezza che li ha connotati. Ciocca, quindi, approfondisce la situazione dell’Europa preindustriale, poi quella che gradualmente ha condotto dal Medioevo al secolo dei Lumi, alla Rivoluzione industriale e quindi all’Ottocento e ai giorni nostri. L’autore, quindi, esamina le “ragioni dell’equità” e la possibilità di agire concretamente per ottenerla.

E’ bello da leggere il libro di Ciocca. Ed è bello da rileggere e da tenere come una specie di guida per comprendere meglio uno dei problemi (forse il problema) che più di altri può condizionare il futuro dell’attuale assetto economico e sociale.

Ricchi e poveri. Storia della diseguaglianza

Pierluigi Ciocca

Einaudi, 2021