Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
  • Scuola Primaria

  • Scuola Secondaria di I grado

  • Scuola Secondaria di II grado

  • Università

Back
Scuola Primaria
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di I grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di II grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Università
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Per informazioni sulle attività della Fondazione e l’accessiblità agli spazi
contattare il numero 0264423971 o scrivere a visite@fondazionepirelli.org

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Conoscere per crescere

Un recente intervento di Ignazio Visco mette a fuoco gli stretti legami tra sviluppo, produttività e conoscenza

I legami stretti tra crescita economica, produttività e conoscenza. Il tema non è nuovo, eppure continua ad essere importante per tutti. E’ infatti da qui che passa buona parte del percorso di sviluppo delle economie. Anche per l’Italia.

E’ attorno a questo argomento che ha ragionato – ancora una volta – il Governatore di Banca d’Italia, Ignazio Visco, nel corso di un suo intervento, ad inizio settembre, nell’ambito dello EuroScience Open Forum 2020.

“Economic growth and productivity: Italy and the role of knowledge” è una lucida sintesi non solo dello stato dell’arte teorico dei rapporti tra sviluppo e conoscenza, ma è anche un punto della situazione riferito al nostro Paese. Tutto, ovviamente, messo in rapporto con gli effetti della pandemia di Covid-19.

Visco espone prima di tutto gli effetti di Covid-19 e li mette subito in relazione con la situazione strutturale dell’Italia. Il Governatore, quindi, sintetizza con efficacia cause e passaggi cruciali della vita economica e sociale del Paese spiegando che quando un paese si avvicina alla frontiera tecnologica, il suo reddito e salario non consentono più “una strategia di sviluppo basata solo sulla concorrenza sui costi e sui prezzi”. In altre parole, scatta sempre un momento nel quale “la crescita economica dipende dalla capacità di incorporare e promuovere innovazione, che richiede una spesa adeguata per le nuove tecnologie, e per il quantità e qualità degli investimenti nell’istruzione, dalla scuola primaria all’università”. Punto cruciale, quest’ultimo, che il Governatore Visco affronta quindi guardando all’Italia più da vicino e prendendo in considerazione  temi fondamentali come l’innovazione, il capitale umano, le strutture produttive. Tutto per arrivare a mettere a fuoco quelli che lo stesso Visco definisce “i vecchi ritardi dell’Italia” in relazione ai suoi recenti (pessimi) risultati economici oltre che ai cambiamenti che nel frattempo sono intercorsi nel mondo.

Il nodo cruciale per Visco, è quindi riuscire a riprendere un percorso di sviluppo che viene sintetizzato con la crescita del Pil. Un aspetto, questo, strettamente legato al livello di conoscenza diffuso nel Paese. Un traguardo che è urgente raggiungere. Spiega infatti il Governatore: “Recuperare il percorso di crescita del PIL che l’Italia ha interrotto 30 anni fa è una questione con risvolti che vanno oltre la mera sfera economica”. Questo indice, infatti, tocca anche aspetti come la salute dei cittadini, la qualità del loro tempo libero, il loro tenore di vita generale. Ciò che serve, dice Visco, non è però solo una trasformazione tecnologica ma anche (e forse prima) culturale.

Economic growth and productivity: Italy and the role of knowledge

Ignazio Visco

EuroScience Open Forum 2020, 4 September 2020