Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
  • Scuola Primaria

  • Scuola Secondaria di I grado

  • Scuola Secondaria di II grado

  • Università

Back
Scuola Primaria
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di I grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di II grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Università
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Per informazioni sulle attività della Fondazione e l’accessiblità agli spazi
contattare il numero 0264423971 o scrivere a visite@fondazionepirelli.org

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Cultura d’impresa manageriale

Un libro racconta il percorso che porta i manager  a diventare imprenditori. La teoria e le esperienze di vita di chi ha fatto questa strada

Si può diventare imprenditori percorrendo strade diverse. Individuarne i percorsi è interessante ma anche importante per comprendere come un sistema economico può uscire da una crisi, evolversi, crescere. Più in generale, il percorso che porta all’imprenditorialità è comunque un’esperienza che va raccontata, magari perché è possibile trarne spunto per altri percorsi simili.

E’ per tutto questo insieme di motivi che è utile leggere “Da manager a imprenditore. Come le startup dei cinquantenni possono far ripartire la nostra economia” scritto a quattro mani da Gian Franco Goeta (che da oltre 20 anni lavora come executive coach, professione di cui è stato precursore in Italia) e Leopoldo Ferré (con una trentennale esperienza nell’accompagnare persone, team e organizzazioni a innovarsi, trasformarsi e migliorare).

I due autori partono in effetti non tanto dall’analisi di singoli casi aziendali ma da uno sguardo d’insieme. Per riprendere la crescita – è la tesi -, l’Italia ha bisogno di generare nei prossimi anni 3 milioni di posti di lavoro. Solo così potrà dare una prospettiva ai suoi giovani e mantenere attivi gli over 55, che entro il 2030 saranno alcuni milioni in più. È immaginabile che le imprese esistenti possano offrire occupazione incrementale in proporzione adeguata, quando negli ultimi decenni hanno drasticamente ridotto i loro ranghi? O che la crescita occupazionale possa essere garantita dal tradizionale deus ex machina, lo Stato, visto il debito accumulato? La risposta è no. Secondo gli autori, appunto, il problema può essere risolto solo dal moltiplicarsi di nuove iniziative imprenditoriali. Anche e forse soprattutto di chi prima era manager.

Il libro quindi si concentra su questa nuova classe imprenditoriale, portatrice di esperienze e competenze importanti e molto diversa dalle precedenti.

Partendo dalle proprie esperienze, i due autori si pongono l’obiettivo di aiutare a fare in modo che il passaggio da manager a imprenditori “non sia un salto nel vuoto, ma un percorso sistematico che rafforzi la consapevolezza delle proprie potenzialità e dei propri limiti, aumenti le probabilità di successo, costruisca un business sostenibile nel tempo, stimoli ad accrescere le competenze richieste, aiuti a trovare i partner giusti, a muoversi verso i clienti e così via”.

La narrazione inizia con l’immagine suggestiva di un passaggio “dall’imprenditorialità elitaria all’imprenditorialità di massa” per poi guardare i fattori di successo emergenti, il percorso preliminare del neoimprenditore e infine il  modello e il piano di business che è bene adottare. Si passa poi ai racconti di diversi manager  che sono diventati imprenditori per finire con una carrellata di “analisi di esperti” sul fenomeno.

Il libro di Goeta e Ferré è da leggere con attenzione e senso vigile. Uno strumento per comprendere una realtà molto diversa dal passato.

Da manager a imprenditore. Come le start-up dei cinquantenni possono far ripartire la nostra economia

Gian Franco Goeta, Leopoldo Ferré

Franco Angeli, 2017

Un libro racconta il percorso che porta i manager  a diventare imprenditori. La teoria e le esperienze di vita di chi ha fatto questa strada

Si può diventare imprenditori percorrendo strade diverse. Individuarne i percorsi è interessante ma anche importante per comprendere come un sistema economico può uscire da una crisi, evolversi, crescere. Più in generale, il percorso che porta all’imprenditorialità è comunque un’esperienza che va raccontata, magari perché è possibile trarne spunto per altri percorsi simili.

E’ per tutto questo insieme di motivi che è utile leggere “Da manager a imprenditore. Come le startup dei cinquantenni possono far ripartire la nostra economia” scritto a quattro mani da Gian Franco Goeta (che da oltre 20 anni lavora come executive coach, professione di cui è stato precursore in Italia) e Leopoldo Ferré (con una trentennale esperienza nell’accompagnare persone, team e organizzazioni a innovarsi, trasformarsi e migliorare).

I due autori partono in effetti non tanto dall’analisi di singoli casi aziendali ma da uno sguardo d’insieme. Per riprendere la crescita – è la tesi -, l’Italia ha bisogno di generare nei prossimi anni 3 milioni di posti di lavoro. Solo così potrà dare una prospettiva ai suoi giovani e mantenere attivi gli over 55, che entro il 2030 saranno alcuni milioni in più. È immaginabile che le imprese esistenti possano offrire occupazione incrementale in proporzione adeguata, quando negli ultimi decenni hanno drasticamente ridotto i loro ranghi? O che la crescita occupazionale possa essere garantita dal tradizionale deus ex machina, lo Stato, visto il debito accumulato? La risposta è no. Secondo gli autori, appunto, il problema può essere risolto solo dal moltiplicarsi di nuove iniziative imprenditoriali. Anche e forse soprattutto di chi prima era manager.

Il libro quindi si concentra su questa nuova classe imprenditoriale, portatrice di esperienze e competenze importanti e molto diversa dalle precedenti.

Partendo dalle proprie esperienze, i due autori si pongono l’obiettivo di aiutare a fare in modo che il passaggio da manager a imprenditori “non sia un salto nel vuoto, ma un percorso sistematico che rafforzi la consapevolezza delle proprie potenzialità e dei propri limiti, aumenti le probabilità di successo, costruisca un business sostenibile nel tempo, stimoli ad accrescere le competenze richieste, aiuti a trovare i partner giusti, a muoversi verso i clienti e così via”.

La narrazione inizia con l’immagine suggestiva di un passaggio “dall’imprenditorialità elitaria all’imprenditorialità di massa” per poi guardare i fattori di successo emergenti, il percorso preliminare del neoimprenditore e infine il  modello e il piano di business che è bene adottare. Si passa poi ai racconti di diversi manager  che sono diventati imprenditori per finire con una carrellata di “analisi di esperti” sul fenomeno.

Il libro di Goeta e Ferré è da leggere con attenzione e senso vigile. Uno strumento per comprendere una realtà molto diversa dal passato.

Da manager a imprenditore. Come le start-up dei cinquantenni possono far ripartire la nostra economia

Gian Franco Goeta, Leopoldo Ferré

Franco Angeli, 2017