Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
  • Scuola Primaria

  • Scuola Secondaria di I grado

  • Scuola Secondaria di II grado

  • Università

Back
Scuola Primaria
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di I grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di II grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Università
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Per informazioni sulle attività della Fondazione e l’accessiblità agli spazi
contattare il numero 0264423971 o scrivere a visite@fondazionepirelli.org

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Donne in carriera ancora difficile

Anche se in miglioramento rispetto al decennio precedente, le statistiche della presenza e soprattutto del ruolo delle donne nelle imprese e nelle istituzioni, non lasciano spazio a molti dubbi sulla necessità di quanto ancora occorra fare per arrivare all’uguaglianza dei sessi sul posto di lavoro. Su 197 capi di Stato, solo 22 sono donne, mentre solo il 20% dei seggi parlamentari a livello globale è occupato da donne, e guardando alle prime 500 imprese mondiali classificate da Fortune, solamente 18 hanno amministratori delegati di sesso femminile.  E’ chiaro che il tipo di cultura che un’impresa si dà passa anche da questo aspetto. Con situazione del tutto inaspettate che saltano fuori quando chi – donna – inizia a raccontare la sua vita all’interno delle aziende, magari di altissimo livello.

E’ quanto ha fatto Sheryl Sandberg – 43 anni, imprenditrice e politica statunitense, attuale direttore operativo di Facebook – che nel suo “Lean In: Women, Work, and the Will to Lead” racconta  la sua esperienza di lavoro in alcune delle aziende di maggior successo al mondo e guarda a ciò che le donne possono fare per aiutare se stesse cambiando anche la cultura dell’azienda in cui lavorano.

E’ interessante un assunto presente nel volume: se si chiede alla maggior parte delle donne se hanno il diritto all’uguaglianza sul posto di lavoro e la risposta sarà un sonoro sì, ma se si domanda alle stesse donne se si sentono in grado di chiedere un aumento, una promozione o la parità di retribuzione, un po’ di reticenza si insinua nelle loro risposte.

Sheryl Sandberg, quindi racconta, esplora, individua passaggi cruciali, esempi, storie che fanno capire quanto le imprese, le donne e gli uomini debbano anche camminare per risolvere problemi di convivenza e di cultura aziendale. Ne nasce anche uno spaccato aggiornato e disincantato della presenza e del ruolo delle donne nelle imprese e nelle Istituzioni USA: un’istantanea del  mito delle pari opportunità e della situazione del lavoro femminile negli USA che fa pensare e che può insegnare molto anche alle aziende di casa nostra.

Lean In: Women, Work, and the Will to Lead

Sheryl Sandberg

Alfred A. Knopf, 2013

Facciamoci avanti: le donne, il lavoro e la voglia di riuscire

Sheryl Sandberg

Mondadori, 2013

Anche se in miglioramento rispetto al decennio precedente, le statistiche della presenza e soprattutto del ruolo delle donne nelle imprese e nelle istituzioni, non lasciano spazio a molti dubbi sulla necessità di quanto ancora occorra fare per arrivare all’uguaglianza dei sessi sul posto di lavoro. Su 197 capi di Stato, solo 22 sono donne, mentre solo il 20% dei seggi parlamentari a livello globale è occupato da donne, e guardando alle prime 500 imprese mondiali classificate da Fortune, solamente 18 hanno amministratori delegati di sesso femminile.  E’ chiaro che il tipo di cultura che un’impresa si dà passa anche da questo aspetto. Con situazione del tutto inaspettate che saltano fuori quando chi – donna – inizia a raccontare la sua vita all’interno delle aziende, magari di altissimo livello.

E’ quanto ha fatto Sheryl Sandberg – 43 anni, imprenditrice e politica statunitense, attuale direttore operativo di Facebook – che nel suo “Lean In: Women, Work, and the Will to Lead” racconta  la sua esperienza di lavoro in alcune delle aziende di maggior successo al mondo e guarda a ciò che le donne possono fare per aiutare se stesse cambiando anche la cultura dell’azienda in cui lavorano.

E’ interessante un assunto presente nel volume: se si chiede alla maggior parte delle donne se hanno il diritto all’uguaglianza sul posto di lavoro e la risposta sarà un sonoro sì, ma se si domanda alle stesse donne se si sentono in grado di chiedere un aumento, una promozione o la parità di retribuzione, un po’ di reticenza si insinua nelle loro risposte.

Sheryl Sandberg, quindi racconta, esplora, individua passaggi cruciali, esempi, storie che fanno capire quanto le imprese, le donne e gli uomini debbano anche camminare per risolvere problemi di convivenza e di cultura aziendale. Ne nasce anche uno spaccato aggiornato e disincantato della presenza e del ruolo delle donne nelle imprese e nelle Istituzioni USA: un’istantanea del  mito delle pari opportunità e della situazione del lavoro femminile negli USA che fa pensare e che può insegnare molto anche alle aziende di casa nostra.

Lean In: Women, Work, and the Will to Lead

Sheryl Sandberg

Alfred A. Knopf, 2013

Facciamoci avanti: le donne, il lavoro e la voglia di riuscire

Sheryl Sandberg

Mondadori, 2013