Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
  • Scuola Primaria

  • Scuola Secondaria di I grado

  • Scuola Secondaria di II grado

  • Università

Back
Scuola Primaria
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di I grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di II grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Università
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Per informazioni sulle attività della Fondazione e l’accessiblità agli spazi
contattare il numero 0264423971 o scrivere a visite@fondazionepirelli.org

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Futuro veloce

Un libro appena pubblicato in Italia propone un percorso in nove tappe per rispondere meglio alle sollecitazioni della modernità

L’imprenditore che vince è quello che non pensa come i suoi colleghi. Il manager  che ha più successo è quello che riesce a far fare un salto più alto alla sua organizzazione. Capacità di staccarsi dalla “massa”. Non solo voglia di fare di più e meglio, ma di farlo in modo diverso da tutti gli altri. Comprendere meccanismi di questo genere è importante. Applicarli è cosa personale. Leggere “Al passo col futuro. Come sopravvivere all’imprevedibile accelerazione del mondo” di Joi ItoJeff Howe è in ogni caso qualcosa di utile per capire dove siamo collocati e verso dove ci porta il mondo.

Il libro, appena pubblicato in Italia, inizia proprio dalla necessità di comprendere a fondo il fatto che il mondo è più complesso e volatile che in qualsiasi altro periodo della storia. Gli strumenti della nostra vita moderna diventano progressivamente più veloci, economici e piccoli, e bastano un click, un tweet o un post per connettere le une alle altre miliardi di persone sparse per il pianeta. Secondo i due autori, dall’incontro di queste due rivoluzioni si è liberata una forza esplosiva che sta trasformando ogni aspetto della società, dal business alla cultura, dalla sfera pubblica ai nostri momenti più privati.

Il futuro va più veloce di prima, e tutti devono essere in grado di apprendere molto più rapidamente e di agire più velocemente di prima. Anche nelle organizzazioni della produzione.

Se questa è la logica, Joi Ito e Jeff Howe la distillano in nove principi organizzativi per navigare e sopravvivere in mezzo a un simile tumulto. Partendo naturalmente dalle loro esperienze. Howe è assistant professor alla Northeastern University e coordinatore, al suo interno, del corso in Media Innovation; mentre Ito è un imprenditore e venture capitalist ma si definisce anche difensore della democrazia emergente, della privacy e della libertà su Internet oltre che essere direttore del Media Lab del MIT di Boston.

Per rispondere quindi con velocità alla velocità del mondo, è il parere dei due autori,  è necessario per esempio accogliere strategicamente il rischio a braccia aperte piuttosto che mitigarlo ed essere capaci di trarre ispirazione e idee innovative dalla propria rete di relazioni. Il libro si dipana così lungo nove capitoli principali, ognuno caratterizzato da un titolo che contrappone un “vincitore” a un “vinto”. Titoli che indicano altrettanti concetti e quindi  il taglio peculiare di tutto il volume: Affioramento batte Autorità, Pull batte Push, Bussole batte Mappe, Rischio batte Sicurezza, Disobbedienza batte Conformità, Pratica batte Teoria, Diversità batte Capacità, Resilienza batte Forza, Sistema batte Oggetto.

“Al passo con il futuro” è una bella lettura con i cui contenuti non è obbligatorio essere d’accordo, ma che va fatta con mente aperta e la curiosità di capire cosa fa scattare il salto che porta al nuovo.

Al passo col futuro. Come sopravvivere all’imprevedibile accelerazione del mondo

Joi ItoJeff Howe

Egea, 2017

Un libro appena pubblicato in Italia propone un percorso in nove tappe per rispondere meglio alle sollecitazioni della modernità

L’imprenditore che vince è quello che non pensa come i suoi colleghi. Il manager  che ha più successo è quello che riesce a far fare un salto più alto alla sua organizzazione. Capacità di staccarsi dalla “massa”. Non solo voglia di fare di più e meglio, ma di farlo in modo diverso da tutti gli altri. Comprendere meccanismi di questo genere è importante. Applicarli è cosa personale. Leggere “Al passo col futuro. Come sopravvivere all’imprevedibile accelerazione del mondo” di Joi ItoJeff Howe è in ogni caso qualcosa di utile per capire dove siamo collocati e verso dove ci porta il mondo.

Il libro, appena pubblicato in Italia, inizia proprio dalla necessità di comprendere a fondo il fatto che il mondo è più complesso e volatile che in qualsiasi altro periodo della storia. Gli strumenti della nostra vita moderna diventano progressivamente più veloci, economici e piccoli, e bastano un click, un tweet o un post per connettere le une alle altre miliardi di persone sparse per il pianeta. Secondo i due autori, dall’incontro di queste due rivoluzioni si è liberata una forza esplosiva che sta trasformando ogni aspetto della società, dal business alla cultura, dalla sfera pubblica ai nostri momenti più privati.

Il futuro va più veloce di prima, e tutti devono essere in grado di apprendere molto più rapidamente e di agire più velocemente di prima. Anche nelle organizzazioni della produzione.

Se questa è la logica, Joi Ito e Jeff Howe la distillano in nove principi organizzativi per navigare e sopravvivere in mezzo a un simile tumulto. Partendo naturalmente dalle loro esperienze. Howe è assistant professor alla Northeastern University e coordinatore, al suo interno, del corso in Media Innovation; mentre Ito è un imprenditore e venture capitalist ma si definisce anche difensore della democrazia emergente, della privacy e della libertà su Internet oltre che essere direttore del Media Lab del MIT di Boston.

Per rispondere quindi con velocità alla velocità del mondo, è il parere dei due autori,  è necessario per esempio accogliere strategicamente il rischio a braccia aperte piuttosto che mitigarlo ed essere capaci di trarre ispirazione e idee innovative dalla propria rete di relazioni. Il libro si dipana così lungo nove capitoli principali, ognuno caratterizzato da un titolo che contrappone un “vincitore” a un “vinto”. Titoli che indicano altrettanti concetti e quindi  il taglio peculiare di tutto il volume: Affioramento batte Autorità, Pull batte Push, Bussole batte Mappe, Rischio batte Sicurezza, Disobbedienza batte Conformità, Pratica batte Teoria, Diversità batte Capacità, Resilienza batte Forza, Sistema batte Oggetto.

“Al passo con il futuro” è una bella lettura con i cui contenuti non è obbligatorio essere d’accordo, ma che va fatta con mente aperta e la curiosità di capire cosa fa scattare il salto che porta al nuovo.

Al passo col futuro. Come sopravvivere all’imprevedibile accelerazione del mondo

Joi ItoJeff Howe

Egea, 2017