Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
  • Scuola Primaria

  • Scuola Secondaria di I grado

  • Scuola Secondaria di II grado

  • Università

Back
Scuola Primaria
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di I grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di II grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Università
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Per informazioni sulle attività della Fondazione e l’accessiblità agli spazi
contattare il numero 0264423971 o scrivere a visite@fondazionepirelli.org

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Il rischio dell’innovazione

Un libro racconta pericoli e opportunità dei mutamenti di mercato e dei modi per rispondervi

 

Innovare è difficile. Cogliere il senso del nuovo, magari precedere gli altri e sapersi destreggiare nel cambiamento, è cosa da pochi. Uno degli ingredienti d’eccellenza del buon imprenditore e del manager una spanna più in là degli altri. E non è cosa solo per le grandi imprese. Anzi.

L’innovazione – o comunque il cambiamento -, possono mettere in crisi più di una perfetta organizzazione della produzione. Dotarsi degli strumenti conoscitivi per capire questa possibilità è importante. E lo è quindi leggere “Il dilemma dell’innovatore” di Clayton M. Christensen appena ripubblicato in italiano.

Christensen è uno dei più eminenti esperti di innovazione al mondo, insegna  Business Administration alla Harvard Business School ed è componente del Boston Consulting Group; uno che con le imprese, l’innovazione, i successi e i fallimenti ha ormai una consuetudine lunga decenni. E che soprattutto ha delineato un’ipotesi che si è trasformata in una sorta di pietra miliare: di fronte all’innovazione le grandi imprese possono fallire, spiazzate da chi, più piccolo, riesce ad essere più agile. Detta in altri termini, la tesi di Christensen è che  mentre spesso le grandi multinazionali falliscono quando si trovano di fronte a cambiamenti di mercato e di tecnologia, le piccole e medie imprese che sanno ascoltare i consumatori, che anticipano con le loro “antenne competitive” nuovi bisogni emergenti e che puntano aggressivamente su innovazioni tecnologiche “dirompenti”, hanno grandi possibilità di successo.

Christensen dimostra il suo pensiero attraverso l’analisi dei modelli d’innovazione di una serie di settori (dall’industria dei computer a quella farmaceutica, da quella automobilistica a quella siderurgica). Dall’osservazione emerge la constatazione di come spesso le innovazioni davvero “dirompenti” tendano a non essere inizialmente ben accolte dalla maggioranza dei clienti, inducendo le imprese che dominano il mercato a non investire in esse. Il risultato di tale scelta è che queste aziende finiscono con il precludersi la possibilità di crearsi nuovi mercati e di acquisire nuovi clienti per i prodotti del futuro. In fila, per dimostrare la teoria, i casi di imprese dell’elettronica ma anche delle macchine movimento terra, dell’informatica e della mobilità con auto elettriche.

Da tutto deriva anche un’indicazione di fondo. Riuscire ad affrontare il mercato che cambia è anche questione di agilità e di abitudine a combattere ogni giorno per sopravvivere, probabilmente di destrezza e velocità nel saper cambiare. Caratteristiche che possono essere proprie di organizzazioni della produzione più semplici, permeate di una cultura d’impresa ancora abituata a non dare nulla per scontato.

Il dilemma dell’innovatore

Clayton M. Christensen

Franco Angeli, 2016