Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Prenota un percorso Educational

Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
  • Scuola Primaria

  • Scuola Secondaria di I grado

  • Scuola Secondaria di II grado

  • Università

Back
Scuola Primaria
Prenota un percorso Educational

Seleziona il laboratorio che ti interessa e il giorno
Inserisci i dati richiesti, il nostro team confermerà la disponibilità via mail
Il numero di posti massimo prenotabile per classe è di 30 persone. Le richieste che eccedono questo valore non verrano accettate.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di I grado
Prenota un percorso Educational

Seleziona il laboratorio che ti interessa e il giorno
Inserisci i dati richiesti, il nostro team confermerà la disponibilità via mail
Il numero di posti massimo prenotabile per classe è di 30 persone. Le richieste che eccedono questo valore non verrano accettate.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di II grado
Prenota un percorso Educational

Seleziona il laboratorio che ti interessa e il giorno
Inserisci i dati richiesti, il nostro team confermerà la disponibilità via mail
Il numero di posti massimo prenotabile per classe è di 30 persone. Le richieste che eccedono questo valore non verrano accettate.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Università
Prenota un percorso Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Invia la tua richiesta per una visita guidata alla Fondazione Pirelli

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Imprenditori cattolici per davvero

Etica e impresa possono andare di pari passo. Basta volerlo. Anche se non è facile. E, in effetti, l’esplorazione dei percorsi di che avvicinano la gestione d’impresa con una visione etica della vita, è attività non solo oggi. Quando, poi, alla “semplice” generica etica si sostituisce l’approccio cristiano e cattolico e li si avvicina all’essere imprenditori, la questione si fa più complessa e, forse, ancora più interessante. 

E’ quanto ha provato a fare Antonio Argandoña (dello IESE, Business School, Università della Navarra, Barcellona, Spagna), in un articolo pubblicato da Humanism in Economics and Business appena qualche settimana fa. 

Argandoña affronta dalle prime righe il tema più che impegnativo: un cattolico, spiega, è una persona che, al di là del senso di vita o di pratiche morali o spirituali, dovrebbe seguire l’insegnamento della Chiesa cattolica anche nell’operato di tutti i giorni. Anche se imprenditore e quindi anche se legato dalla logica economica all’ottenimento del profotti alla fine del suo lavoro. 

Insomma, per Argandoña non solo imprenditoria ed etica possono essere collegate, ma questo collegamento è in qualche modo obbligatorio quando chi è imprenditore si ritrova pure ad essere cristiano e  cattolico. Precisazione d’obbligo, come si sa, visto che l’etica cattolica dell’economia può  differire da quella cristiana ma protestante (non farebbe male, a questo proposito, tornare a scorrere le pagine dell’Etica protestante e lo spirito del capitalismo di Max Weber). 

Il cristiano – è quindi l’idea di base dell’articolo -, è visto come una persona con una visione peculiare della vita e dei suoi obiettivi. Ma spesso, molto spesso, la volontà dell’etica cattolica dell’economia deve fare i conti con una realtà più pesante, stringente e spesso vincente. “Eppure – dice infatti l’autore -, quando vediamo il cristiano, e più in particolare la Chiesa cattolica, come un imprenditore o manager, cioè impegnato nel compito di creare e gestire imprese, la sua attività verso l’esterno non sembra diversa da quella di altri imprenditori, non cristiane”. E’ l’esplicitarsi del conflitto – eterno per certi versi – fra spinte della morale cristiana e provocazioni materiali. Conflitto apparente in molti casi, reale e concreto in molti altri. 

Lo scopo dell’articolo è quello di capire quindi ciò che rende il cattolico che lavora un “imprenditore diverso”, attento all’altro, concentrato sul profitto ma anche sul percorso più eticamente cristiano per raggiungerlo.  L’obiettivo di Argandoña è anche quello di rispondere alle domande che ci si può porre circa i vantaggi e gli svantaggi di essere un cattolico. 

“Noi sosteniamo – viene spiegato -, che la religione fornisce ai manager una visione più ampia della loro attività e li aiuta a comprendere le ragioni del comportamento etico”. Con un traguardo possibile da raggiungere: profitto ed etica cristiana cattolica non sono incompatibili.

Percorrere un tratto di strada lungo il ragionamento che unisce etica cattolica ed azione imprenditoriale, è utile a tutti. Anche a chi cristiano e cattolico non è. E, naturalmente, anche a chi dice essere tale. 

Download pdf

Why Is a Catholic Manager Different?

Antonio Argandoña (IESE, Business School, Università della Navarra, Barcellona, Spagna)

Humanism in Economics and Business. Issues in Business Ethics Volume 43, 2015, pp 201-214