Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Prenota un percorso Educational

Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
  • Scuola Primaria

  • Scuola Secondaria di I grado

  • Scuola Secondaria di II grado

  • Università

Back
Scuola Primaria
Prenota un percorso Educational

Seleziona il laboratorio che ti interessa e il giorno
Inserisci i dati richiesti, il nostro team confermerà la disponibilità via mail
Il numero di posti massimo prenotabile per classe è di 30 persone. Le richieste che eccedono questo valore non verrano accettate.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di I grado
Prenota un percorso Educational

Seleziona il laboratorio che ti interessa e il giorno
Inserisci i dati richiesti, il nostro team confermerà la disponibilità via mail
Il numero di posti massimo prenotabile per classe è di 30 persone. Le richieste che eccedono questo valore non verrano accettate.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di II grado
Prenota un percorso Educational

Seleziona il laboratorio che ti interessa e il giorno
Inserisci i dati richiesti, il nostro team confermerà la disponibilità via mail
Il numero di posti massimo prenotabile per classe è di 30 persone. Le richieste che eccedono questo valore non verrano accettate.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Università
Prenota un percorso Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Invia la tua richiesta per una visita guidata alla Fondazione Pirelli

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Imprese coraggiose

L’impresa agisce in un ambiente complesso. Appaiono quasi come dati scontati – che in realtà non sono -, ma dinamismo, complicazione, velocità e cambiamento sono caratteristiche comuni a tutti i sistemi produttivi e sociali occidentali (e non solo). C’è però da chiedersi chi davvero riesce a tenere il passo con il mutamento delle cose. Domanda da fare anche alle imprese. E anche tenendo conto che gli elementi da mettere in fila per capire meglio cosa sta accadendo sono molti.

Paola Paniccia –  Ordinario di economia e gestione delle imprese all’Università di Tor Vergata – ragiona in “L’industria manifatturiera italiana: le sfide e il coraggio” partendo proprio dalla complessità per chiedersi come le imprese manifatturiere hanno reagito.

“Produttori e consumatori che cambiano – spiega nell’articolo uscito sull’ultimo numero di Sinergie -, nuovi paesi e nuove economie che conquistano quote sempre più ampie del mercato manifatturiero internazionale, emergenti molteplici forme di offerta e ruolo sempre più determinate della tecnologia nel produrre e nel consumare manufatti e servizi, costituiscono una evidenza della complessità che viviamo. Contestualmente, la competitività sollecita giochi sinergici attraverso la cooperazione a molteplici livelli (imprese, territori, paesi)”. E non basta, perché il ragionamento prosegue spiegando che tutto questo “ha messo a dura prova le imprese manifatturiere e in primis la loro capacità imprenditoriale di mettere in campo nuove sfide. In Italia ancor più”.

L’autrice quindi cerca di rispondere a due quesiti un po’ trascurati. Prima di tutto su chi si assume la responsabilità delle decisioni fondamentali da cui, in un modo o nell’altro, dipende la vita o la morte di una impresa. Poi, su quali siano le qualità di cui occorre dotarsi e quali i valori di fondo cui ancorare il ruolo dell’imprenditore e dell’imprenditorialità.

Domande cruciali, alle quali Paniccia risponde esplorando l’evoluzione dell’economia e della società delle imprese in questi ultimi anni, le sfide intraprese, i passi compiuti. Uno dei casi presi in considerazione è quello della Fiat.

La conclusione è che “l’imprenditorialità deve fornirsi di particolari qualità e soprattutto manifestarsi nell’esercizio di capacità sempre più elevate”. Vince – è uno dei passaggi cruciali del tutto -, la consapevolezza delle “capacità cognitive” e dei “diversi aspetti della personalità dell’individuo, così come i suoi valori culturali e morali” che “giocano tutti un ruolo fondamentale nel prendere decisioni”.

Ma Paniccia va anche oltre  e aggiunge: “Tra le virtù necessarie e indispensabili per ‘ben fare’ noi mettiamo la virtù del coraggio. Da non confondere con la temerarietà (…)”.

L’articolo di Paola Paniccia può non trovare sempre tutti d’accordo, ma è da leggere fino in fondo.

Download abstract

L’industria manifatturiera italiana: le sfide e il coraggio

Paola Paniccia

Sinergie, Italian Journal of Management n. 95, settembre-dicembre 2014