Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
  • Scuola Primaria

  • Scuola Secondaria di I grado

  • Scuola Secondaria di II grado

  • Università

Back
Scuola Primaria
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di I grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di II grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Università
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Per informazioni sulle attività della Fondazione e l’accessiblità agli spazi
contattare il numero 0264423971 o scrivere a visite@fondazionepirelli.org

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

“Imprese recuperate”

In un libro appena pubblicato il racconto di un modo diverso di fare impresa

Fare impresa in modo diverso. È il caso rappresentato da quelle che sono state definite come “imprese recuperate” che in Italia, dallo scoppio della crisi economico-finanziaria del 2008 a oggi, sono arrivate ad essere diverse decine e possono rappresentare non solo un fenomeno esemplare di diversa cultura d’impresa, anche un metodo da applicare in numerose situazioni di crisi d’impresa.

Ad indagare sulle “imprese recuperate”, ci hanno pensato i componenti del Collettivo di Ricerca Sociale nell’ambito di un lavoro di ricerca finanziato dal Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università Milano-Bicocca, nell’ambito delle attività scientifiche del Progetto di Eccellenza 2018-2022. A dare forma di libro ai risultati dell’indagine hanno lavorato Romolo Calcagno (dottore di ricerca in Sociologia e scienze sociali applicate presso l’Università di Roma Sapienza) e Leonard Mazzone (assegnista di ricerca in Filosofia sociale e politica all’Università Milano-Bicocca).

L’indagine ha cercato di mettere ordine nelle azioni di “recupero” delle aziende andate in crisi dal 2008 ad oggi e rinate in forma cooperativistica “grazie – viene e spiegato dai due curatori -, alla sinergia fra comunità solidali di lavoratori e lavoratrici e istituzioni pubbliche”. Gli stessi sintetizzano quanto accaduto come “un fenomeno esemplare e potenzialmente contagioso di reazione solidale” ad una serie di effetti negativi dell’evoluzione economica che spingono “una porzione crescente di risorse, umane e non, a diventare scarti”. Oltre a riutilizzare e a ridare valore a queste risorse, viene ancora sottolineato, “le imprese recuperate forniscono un esempio paradigmatico delle azioni di reciprocità solidale con cui la società può reagire alle derive obsolescenti del mercato a partire dai luoghi di lavoro”.

Il libro è quindi la sintesi, da un lato, di quanto accaduto e, dall’altro, la storia dei diversi casi che hanno visto protagonisti imprese, lavoratori e territori. Dopo una prima parte dedicata all’inquadramento storico e normativo del tema (il “recupero” delle imprese è basato sulla “Legge Marcora”), gli autori approfondiscono 15 casi di “imprese recuperate” per cercare poi di capire cosa accada realmente in queste particolari forme di organizzazione della produzione e, quindi, provare a formulare una serie di proposte operative per migliorare i risultati di quanto intrapreso.

Il libro di Calcagno e Mazzone è certamente la storia di una serie di casi particolari, così come particolari possono essere per alcuni aspetti l’approccio analitico, le basi teoriche di interpretazione della realtà e i risultati della stessa analisi; ma la fatica letteraria e di ricerca raccontate, forniscono elementi inconsueti per migliorare la conoscenza dell’evoluzione del sistema industriale italiano la cui cultura del produrre non appare monolitica ma, invece, variegata e vivace.

Le imprese recuperate in Italia. Da un lavoro di inchiesta del Collettivo di Ricerca Sociale

Romolo Calcagno, Leonard Mazzone

Castelvecchi Editore, 2022

In un libro appena pubblicato il racconto di un modo diverso di fare impresa

Fare impresa in modo diverso. È il caso rappresentato da quelle che sono state definite come “imprese recuperate” che in Italia, dallo scoppio della crisi economico-finanziaria del 2008 a oggi, sono arrivate ad essere diverse decine e possono rappresentare non solo un fenomeno esemplare di diversa cultura d’impresa, anche un metodo da applicare in numerose situazioni di crisi d’impresa.

Ad indagare sulle “imprese recuperate”, ci hanno pensato i componenti del Collettivo di Ricerca Sociale nell’ambito di un lavoro di ricerca finanziato dal Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università Milano-Bicocca, nell’ambito delle attività scientifiche del Progetto di Eccellenza 2018-2022. A dare forma di libro ai risultati dell’indagine hanno lavorato Romolo Calcagno (dottore di ricerca in Sociologia e scienze sociali applicate presso l’Università di Roma Sapienza) e Leonard Mazzone (assegnista di ricerca in Filosofia sociale e politica all’Università Milano-Bicocca).

L’indagine ha cercato di mettere ordine nelle azioni di “recupero” delle aziende andate in crisi dal 2008 ad oggi e rinate in forma cooperativistica “grazie – viene e spiegato dai due curatori -, alla sinergia fra comunità solidali di lavoratori e lavoratrici e istituzioni pubbliche”. Gli stessi sintetizzano quanto accaduto come “un fenomeno esemplare e potenzialmente contagioso di reazione solidale” ad una serie di effetti negativi dell’evoluzione economica che spingono “una porzione crescente di risorse, umane e non, a diventare scarti”. Oltre a riutilizzare e a ridare valore a queste risorse, viene ancora sottolineato, “le imprese recuperate forniscono un esempio paradigmatico delle azioni di reciprocità solidale con cui la società può reagire alle derive obsolescenti del mercato a partire dai luoghi di lavoro”.

Il libro è quindi la sintesi, da un lato, di quanto accaduto e, dall’altro, la storia dei diversi casi che hanno visto protagonisti imprese, lavoratori e territori. Dopo una prima parte dedicata all’inquadramento storico e normativo del tema (il “recupero” delle imprese è basato sulla “Legge Marcora”), gli autori approfondiscono 15 casi di “imprese recuperate” per cercare poi di capire cosa accada realmente in queste particolari forme di organizzazione della produzione e, quindi, provare a formulare una serie di proposte operative per migliorare i risultati di quanto intrapreso.

Il libro di Calcagno e Mazzone è certamente la storia di una serie di casi particolari, così come particolari possono essere per alcuni aspetti l’approccio analitico, le basi teoriche di interpretazione della realtà e i risultati della stessa analisi; ma la fatica letteraria e di ricerca raccontate, forniscono elementi inconsueti per migliorare la conoscenza dell’evoluzione del sistema industriale italiano la cui cultura del produrre non appare monolitica ma, invece, variegata e vivace.

Le imprese recuperate in Italia. Da un lavoro di inchiesta del Collettivo di Ricerca Sociale

Romolo Calcagno, Leonard Mazzone

Castelvecchi Editore, 2022