Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per l’invio, anche a mezzo e-mail, di comunicazioni relative ad iniziative/convegni organizzati dalla Fondazione Pirelli..

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
  • Scuola Primaria

  • Scuola Secondaria di I grado

  • Scuola Secondaria di II grado

  • Università

Back
Scuola Primaria
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per l’invio, anche a mezzo e-mail, di comunicazioni relative ad iniziative/convegni organizzati dalla Fondazione Pirelli..

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di I grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per l’invio, anche a mezzo e-mail, di comunicazioni relative ad iniziative/convegni organizzati dalla Fondazione Pirelli..

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di II grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per l’invio, anche a mezzo e-mail, di comunicazioni relative ad iniziative/convegni organizzati dalla Fondazione Pirelli..

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Università
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Per informazioni sulle attività della Fondazione e l’accessiblità agli spazi
contattare il numero 0264423971 o scrivere a visite@fondazionepirelli.org

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per l’invio, anche a mezzo e-mail, di comunicazioni relative ad iniziative/convegni organizzati dalla Fondazione Pirelli..

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Inclusioni d’impresa

Il rapporto su DE&I fotografa un sistema industriale attento alle diversità, anche se molta strada deve essere ancora percorsa

 

Diversity, Equity & Inclusion (DE&I) come altro fronte importante per la crescita di una cultura d’impresa davvero a tutto tondo. Riconoscere e valorizzare le molteplici qualità e caratteristiche che vanno a formare l’identità unica di ciascuna persona sul posto di lavoro – questo è il DE&I – costituisce un ambito d’azione e di impegno per le aziende complesso da affrontare e certamente difficile, ma che deve essere esplorato e percorso fino in fondo. Comprendere “a che punto si è” lungo questo percorso, è cosa importante da fare perché aiuta a capire quanta strada è necessario ancora compiere. E a questo serve il rapporto “Diversity, Equity & Inclusion. Stato dell’arte nelle aziende italiane” che, appunto, ricostruisce l’impegno delle aziende italiane su questo tema.

L’indagine (fornita nella formula open access) è basata sul confronto con i risultati di una ricerca analoga svolta nel 2010; su questa base statistica, lo studio consente poi di rilevare l’evoluzione dell’impegno delle aziende a favore di DE&I nel tempo. L’analisi è stata realizzata Working Group Employee Communication 2022-2024 attivo presso il Centre for Employee Relations and Communication (CERC) e arriva ad una conclusione: a distanza di dieci anni l’approccio delle imprese alla DE&I è cambiato e si è evoluto. Anche se molta strada deve essere ancora percorsa.

Il 56% delle imprese, in ogni caso, adotta per quanto riguarda la DE&I “pratiche coerenti con l’obiettivo dichiarato come prevalente”. Anche se di fronte al tema, non tutte le imprese possono dire di avere un “approccio consolidato” e quindi davvero concreto, ma di essere solo in grado di “aspirare” ad una reale applicazione dei principi di DE&I. Le indicazioni generali vanno poi declinate nel particolare di ogni singolo caso aziendale, anche se indicano un percorso avviato.

Guardando al principale obiettivo visto come indicatore fondamentale del tipo di approccio di DE&I, la ricerca sottolinea la presenza della “valorizzazione della varietà” piuttosto che quello di dieci anni prima: “Rispondere alle aspettative interne”.

È così – come si è già detto – un percorso variegato, tortuoso e complesso quello che porta passo dopo passo le imprese italiane verso il traguardo di una piena realizzazione degli obiettivi DE&I, un percorso che deve essere proseguito e che costituisce non solo una via verso una migliore inclusione della vita d’impresa, ma anche un elemento in più di competitività. Il rapporto riesce in un numero limitato di pagine a fornire il punto di questo cammino.

Diversity, equity & inclusion   stato dell’arte nelle aziende italiane

Silvia Ravazzani Alessandra Mazzei Alfonsa Butera Chiara Fisichella

Franco Angeli open acces, 2023

Il rapporto su DE&I fotografa un sistema industriale attento alle diversità, anche se molta strada deve essere ancora percorsa

 

Diversity, Equity & Inclusion (DE&I) come altro fronte importante per la crescita di una cultura d’impresa davvero a tutto tondo. Riconoscere e valorizzare le molteplici qualità e caratteristiche che vanno a formare l’identità unica di ciascuna persona sul posto di lavoro – questo è il DE&I – costituisce un ambito d’azione e di impegno per le aziende complesso da affrontare e certamente difficile, ma che deve essere esplorato e percorso fino in fondo. Comprendere “a che punto si è” lungo questo percorso, è cosa importante da fare perché aiuta a capire quanta strada è necessario ancora compiere. E a questo serve il rapporto “Diversity, Equity & Inclusion. Stato dell’arte nelle aziende italiane” che, appunto, ricostruisce l’impegno delle aziende italiane su questo tema.

L’indagine (fornita nella formula open access) è basata sul confronto con i risultati di una ricerca analoga svolta nel 2010; su questa base statistica, lo studio consente poi di rilevare l’evoluzione dell’impegno delle aziende a favore di DE&I nel tempo. L’analisi è stata realizzata Working Group Employee Communication 2022-2024 attivo presso il Centre for Employee Relations and Communication (CERC) e arriva ad una conclusione: a distanza di dieci anni l’approccio delle imprese alla DE&I è cambiato e si è evoluto. Anche se molta strada deve essere ancora percorsa.

Il 56% delle imprese, in ogni caso, adotta per quanto riguarda la DE&I “pratiche coerenti con l’obiettivo dichiarato come prevalente”. Anche se di fronte al tema, non tutte le imprese possono dire di avere un “approccio consolidato” e quindi davvero concreto, ma di essere solo in grado di “aspirare” ad una reale applicazione dei principi di DE&I. Le indicazioni generali vanno poi declinate nel particolare di ogni singolo caso aziendale, anche se indicano un percorso avviato.

Guardando al principale obiettivo visto come indicatore fondamentale del tipo di approccio di DE&I, la ricerca sottolinea la presenza della “valorizzazione della varietà” piuttosto che quello di dieci anni prima: “Rispondere alle aspettative interne”.

È così – come si è già detto – un percorso variegato, tortuoso e complesso quello che porta passo dopo passo le imprese italiane verso il traguardo di una piena realizzazione degli obiettivi DE&I, un percorso che deve essere proseguito e che costituisce non solo una via verso una migliore inclusione della vita d’impresa, ma anche un elemento in più di competitività. Il rapporto riesce in un numero limitato di pagine a fornire il punto di questo cammino.

Diversity, equity & inclusion   stato dell’arte nelle aziende italiane

Silvia Ravazzani Alessandra Mazzei Alfonsa Butera Chiara Fisichella

Franco Angeli open acces, 2023

CIAO, COME POSSO AIUTARTI?