Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
  • Scuola Primaria

  • Scuola Secondaria di I grado

  • Scuola Secondaria di II grado

  • Università

Back
Scuola Primaria
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di I grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di II grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Università
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Per informazioni sulle attività della Fondazione e l’accessiblità agli spazi
contattare il numero 0264423971 o scrivere a visite@fondazionepirelli.org

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

La via cinese per uomini d’impresa

Per vincere la concorrenza occorre capirla. Per fare affari – buoni – con un altro Paese occorre comprenderlo. Anche oggi, anche nel XXI Secolo. Lo sanno bene i più avveduti uomini d’azienda: la buona cultura d’impresa non si rivolge solo al suo interno, ma guarda fuori, anche molto lontano. Il “conoscere per deliberare” di Luigi Einaudi vale anche oggi, e anche per le imprese per le quali diventa “conoscere per gestire bene”.

Tutto questo conta anche per i mercati esteri. E’ allora importante – come esempio generale e come caso particolare -, leggere “The Chinese Way” di Min Ding e Jie Xu (rispettivamente Smeal Professor di  Marketing and Innovazione alla Pennsylvania State University e Ricercatore Associato all’Institute for Sustainable Innovation and Growth della Fudan University in Cina). Il volume racconta di tutti gli aspetti della cultura cinese che hanno anche fare in qualche modo con l’attività d’impresa. L’obiettivo del volume – spiegano i due autori -, è quello di fornire gli elementi per creare “un ponte culturale tra due mondi” collocando temi sociali, politici ed economici in un contesto storico e culturale preciso e chiaro. Perché se la Cina è ancora oggi uno dei Paesi con un ruolo crescente nell’ambito dell’economia mondiale, la sua realtà indica quanto sia importante avvicinarsi ad essa in maniera corretta per poter pensare di creare rapporti commerciali e produttivi con serie prospettive di crescita.

Ogni capitolo, quindi, fornisce una valutazione onesta dei punti di forza e di debolezza della Cina di oggi e una prospettiva realistica per i prossimi anni. L’obiettivo, raggiunto, è quello di fornire un quadro di riferimento che consenta agli “occidentali” di costruire relazioni basate su una profonda comprensione culturale.

Anche l’approccio è originale. Il libro, infatti, tocca 51 argomenti che sarebbero stati studiati se la Cina fosse una civiltà appena scoperta. Come antropologi che si accostano con rispetto ad una “nuova” civiltà, i due ricercatori così toccano argomenti come i costumi e le tradizioni, la struttura sociale cinese, l’organizzazione della famiglia, i principi ispirano l’agire sociale, la particolare visione del mondo, gli aspetti religiosi ancora presenti, l’approccio alle arti, il sistema di governo e quello economico, i meccanismi della comunicazione e dell’educazione.

Insomma, la fatica di lunga circa 360 pagine di  Min Ding e Jie Xu è interessante da leggere, utile come guida di viaggio e d’affari per molti. Insegna a guardare con attenzione alla complessità della cultura, per rendere ancora più completa la propria cultura d’impresa e personale.

The Chinese Way

Min Ding, Jie Xu

Routledge, 2014

Per vincere la concorrenza occorre capirla. Per fare affari – buoni – con un altro Paese occorre comprenderlo. Anche oggi, anche nel XXI Secolo. Lo sanno bene i più avveduti uomini d’azienda: la buona cultura d’impresa non si rivolge solo al suo interno, ma guarda fuori, anche molto lontano. Il “conoscere per deliberare” di Luigi Einaudi vale anche oggi, e anche per le imprese per le quali diventa “conoscere per gestire bene”.

Tutto questo conta anche per i mercati esteri. E’ allora importante – come esempio generale e come caso particolare -, leggere “The Chinese Way” di Min Ding e Jie Xu (rispettivamente Smeal Professor di  Marketing and Innovazione alla Pennsylvania State University e Ricercatore Associato all’Institute for Sustainable Innovation and Growth della Fudan University in Cina). Il volume racconta di tutti gli aspetti della cultura cinese che hanno anche fare in qualche modo con l’attività d’impresa. L’obiettivo del volume – spiegano i due autori -, è quello di fornire gli elementi per creare “un ponte culturale tra due mondi” collocando temi sociali, politici ed economici in un contesto storico e culturale preciso e chiaro. Perché se la Cina è ancora oggi uno dei Paesi con un ruolo crescente nell’ambito dell’economia mondiale, la sua realtà indica quanto sia importante avvicinarsi ad essa in maniera corretta per poter pensare di creare rapporti commerciali e produttivi con serie prospettive di crescita.

Ogni capitolo, quindi, fornisce una valutazione onesta dei punti di forza e di debolezza della Cina di oggi e una prospettiva realistica per i prossimi anni. L’obiettivo, raggiunto, è quello di fornire un quadro di riferimento che consenta agli “occidentali” di costruire relazioni basate su una profonda comprensione culturale.

Anche l’approccio è originale. Il libro, infatti, tocca 51 argomenti che sarebbero stati studiati se la Cina fosse una civiltà appena scoperta. Come antropologi che si accostano con rispetto ad una “nuova” civiltà, i due ricercatori così toccano argomenti come i costumi e le tradizioni, la struttura sociale cinese, l’organizzazione della famiglia, i principi ispirano l’agire sociale, la particolare visione del mondo, gli aspetti religiosi ancora presenti, l’approccio alle arti, il sistema di governo e quello economico, i meccanismi della comunicazione e dell’educazione.

Insomma, la fatica di lunga circa 360 pagine di  Min Ding e Jie Xu è interessante da leggere, utile come guida di viaggio e d’affari per molti. Insegna a guardare con attenzione alla complessità della cultura, per rendere ancora più completa la propria cultura d’impresa e personale.

The Chinese Way

Min Ding, Jie Xu

Routledge, 2014