Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
  • Scuola Primaria

  • Scuola Secondaria di I grado

  • Scuola Secondaria di II grado

  • Università

Back
Scuola Primaria
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di I grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di II grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Università
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Per informazioni sulle attività della Fondazione e l’accessiblità agli spazi
contattare il numero 0264423971 o scrivere a visite@fondazionepirelli.org

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

L’impresa fucina di conoscenza

Nelle imprese circola conoscenza. E’ un dato di fatto. Ma è ormai sempre più importante capire come questa conoscenza si diffonde e, soprattutto, come farla nascere e circolare meglio. E’ il campo della cosiddetta “conoscenza partecipata” e del knowledge management, cioè di quell’insieme di pratiche, atteggiamenti, abitudini, modalità d’impresa che accrescono il livello di informazioni e di conoscenza comuni fra chi in azienda di fatto passa buona parte del suo tempo. Pratica difficile, quella della “conoscenza partecipata”, che necessita di una gestione accorta e attenta, inusuale per la gran parte delle imprese. Una trasformazione della stessa cultura del produrre che dovrebbe permeare tutte le aziende.

Aiuta quindi leggere “La conoscenza partecipata: nuove pratiche di knowledge management”, l’ultima fatica di Dunia Astrologo e Federica Garbolino (la prima  docente di Knowledge Management e Comunicazione organizzativa presso l’Università degli Studi e il Politecnico di Torino, la seconda partner di Coreconsulting), che parte da un’idea: “Considerare la gestione della conoscenza non come una tecnica ma come un processo che deve coinvolgere le persone”. Facile a dirsi, complicato a farsi. Perché ciò che sinteticamente viene definito un “approccio partecipativo” richiede un modo nuovo di gestire le relazioni e la comunicazione con le persone. Il traguardo da raggiungere è la possibilità di creare in azienda processi decisionali efficienti e rapidi, soluzioni a portata di mano; oltre che mettere in condizioni l’impresa di competere con più efficacia.

Il lavoro di Astrologo e Garbolino, tuttavia, non è solamente un ragionamento teorico. Certo, la prima parte ripercorre le principali teorie sull’argomento, ma la seconda analizza casi concreti partendo dall’osservazione delle potenzialità offerte dalle nuove tecnologie e dalla Rete. Sotto la lente d’ingrandimento i casi di Eni, Tyres Campus Pirelli, Sea-Aeroporti di Milano e Selex Elsag.

Alla base di tutto l’incipit del volume: “La maggior parte delle iniziative di knowledge management attuate dalle organizzazioni falliscono perché non tengono sufficientemente conto delle esigenze emozionali, psicologiche e sociali degli individui”.

La conoscenza partecipata: nuove pratiche di knowledge management

Dunia Astrologo, Federica Garbolino

Egea, giugno 2013

Nelle imprese circola conoscenza. E’ un dato di fatto. Ma è ormai sempre più importante capire come questa conoscenza si diffonde e, soprattutto, come farla nascere e circolare meglio. E’ il campo della cosiddetta “conoscenza partecipata” e del knowledge management, cioè di quell’insieme di pratiche, atteggiamenti, abitudini, modalità d’impresa che accrescono il livello di informazioni e di conoscenza comuni fra chi in azienda di fatto passa buona parte del suo tempo. Pratica difficile, quella della “conoscenza partecipata”, che necessita di una gestione accorta e attenta, inusuale per la gran parte delle imprese. Una trasformazione della stessa cultura del produrre che dovrebbe permeare tutte le aziende.

Aiuta quindi leggere “La conoscenza partecipata: nuove pratiche di knowledge management”, l’ultima fatica di Dunia Astrologo e Federica Garbolino (la prima  docente di Knowledge Management e Comunicazione organizzativa presso l’Università degli Studi e il Politecnico di Torino, la seconda partner di Coreconsulting), che parte da un’idea: “Considerare la gestione della conoscenza non come una tecnica ma come un processo che deve coinvolgere le persone”. Facile a dirsi, complicato a farsi. Perché ciò che sinteticamente viene definito un “approccio partecipativo” richiede un modo nuovo di gestire le relazioni e la comunicazione con le persone. Il traguardo da raggiungere è la possibilità di creare in azienda processi decisionali efficienti e rapidi, soluzioni a portata di mano; oltre che mettere in condizioni l’impresa di competere con più efficacia.

Il lavoro di Astrologo e Garbolino, tuttavia, non è solamente un ragionamento teorico. Certo, la prima parte ripercorre le principali teorie sull’argomento, ma la seconda analizza casi concreti partendo dall’osservazione delle potenzialità offerte dalle nuove tecnologie e dalla Rete. Sotto la lente d’ingrandimento i casi di Eni, Tyres Campus Pirelli, Sea-Aeroporti di Milano e Selex Elsag.

Alla base di tutto l’incipit del volume: “La maggior parte delle iniziative di knowledge management attuate dalle organizzazioni falliscono perché non tengono sufficientemente conto delle esigenze emozionali, psicologiche e sociali degli individui”.

La conoscenza partecipata: nuove pratiche di knowledge management

Dunia Astrologo, Federica Garbolino

Egea, giugno 2013