Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Prenota un percorso Educational

Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
  • Scuola Primaria

  • Scuola Secondaria di I grado

  • Scuola Secondaria di II grado

  • Università

Back
Scuola Primaria
Prenota un percorso Educational

Seleziona il laboratorio che ti interessa e il giorno
Inserisci i dati richiesti, il nostro team confermerà la disponibilità via mail
Il numero di posti massimo prenotabile per classe è di 30 persone. Le richieste che eccedono questo valore non verrano accettate.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di I grado
Prenota un percorso Educational

Seleziona il laboratorio che ti interessa e il giorno
Inserisci i dati richiesti, il nostro team confermerà la disponibilità via mail
Il numero di posti massimo prenotabile per classe è di 30 persone. Le richieste che eccedono questo valore non verrano accettate.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di II grado
Prenota un percorso Educational

Seleziona il laboratorio che ti interessa e il giorno
Inserisci i dati richiesti, il nostro team confermerà la disponibilità via mail
Il numero di posti massimo prenotabile per classe è di 30 persone. Le richieste che eccedono questo valore non verrano accettate.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Università
Prenota un percorso Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Invia la tua richiesta per una visita guidata alla Fondazione Pirelli

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Mondo automato, impresa automata

Un filosofo affronta le ultime frontiere delle nuove tecnologie

Impresa 4.0, ma non solo. Digitalizzazione, ma anche altro e di più. Rete, non una ma tante. Automazione, sempre più complessa, pervasiva, importante. Sono alcune delle sollecitazioni che arrivano al moderno sistema della produzione – e a chi in esso vive e lavora – dal complesso e ribollente insieme delle nuove tecnologie. Qualcosa in continuo cambiamento e sempre più presente. Qualcosa che c’è e ci sarà e del quale occorre tenere sempre di più conto. Per questo serve – e molto – leggere “Il mondo ex machina. Cinque brevi lezioni di filosofia dell’automazione” scritto da Cosimo Accoto (filosofo di formazione, e attualmente research affiliate al MIT di Boston con anni di esperienza di analisi attorno a questioni come la filosofia del codice, la scienza dei dati, l’intelligenza artificiale, la logica delle piattaforme e la tecnologia della blockchain).
Il libro di Accoto è un viaggio intorno ad alcuni effetti delle nuove tecnologie che di volta in volta prendono forma come intelligenza artificiale e deep learning, ma anche come droni e robot, e poi come blockchain e smart contract, oppure ancora come cybersicurezza. Tutti aspetti della (vita lavorativa e non) che hanno a che fare con le macchine e, appunto, le tecnologie che le fanno funzionare.
L’autore, partendo dalla constatazione di quanto il mondo, e soprattutto il futuro, siano automati, ragiona sul fatto che queste nuove frontiere tecnologiche sono da un lato potenzialmente gravide di opportunità per la costruzione di un sistema più trasparente, equo e sicuro, ma, dall’altro, anche non prive di vulnerabilità. Pur tenendo conto di questo duplice aspetto, è l’idea di Accoto, è un fatto che l’automatizzazione stia ridisegnando le nostre idee e categorie concettuali, le attività professionali e le relazioni umane, le pratiche cognitive e disciplinari, l’etica e la politica. Una processo complesso, che coinvolge non solo la cultura personale ma anche la cultura del produrre. Con tutte le conseguenze del caso.
Prospettiva complessa, dunque, quella delineata da Accoto che, per meglio condurre il lettore, organizza il proprio viaggio attraversi una serie di tappe chiare di quello che le nuove tecnologie consentono: conoscere, lavorare, organizzare, distruggere, governare.
Il libro di Accoto non si legge certamente con uno sguardo rapido: necessita di attenzione e occhio criticamente concentrato su ogni passaggio. Non è un libro facile da affrontare, ma arrivati alla fine della sua lettura, certamente ci si sentirà culturalmente più capaci di porsi davanti a quel “mondo automato” che ci circonda.
Scrive nelle conclusioni l’autore: “Se vogliamo superare una visione salvifica macchino-centrica e avviare un discorso costruttivo maturo, dobbiamo tornare a leggere culturalmente e filosoficamente la tecnologia, facendola uscire dalla marginalità in cui viene di solito relegata”.

Il mondo ex machina. Cinque brevi lezioni di filosofia dell’automazione
Cosimo Accoto
Egea, 2019