Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
  • Scuola Primaria

  • Scuola Secondaria di I grado

  • Scuola Secondaria di II grado

  • Università

Back
Scuola Primaria
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di I grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di II grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Università
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Per informazioni sulle attività della Fondazione e l’accessiblità agli spazi
contattare il numero 0264423971 o scrivere a visite@fondazionepirelli.org

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Passato e presente d’impresa

Il presente si comprende meglio avendo prima compreso il passato. Vale anche per le imprese. Soprattutto oggi, in tempi complessi e “veloci” come questi. Quello della storia e dell’evoluzione delle imprese nell’ambito del sistema sociale ed economico del quale fanno parte, è d’altra parte uno degli strumenti più importanti proprio per capire a fondo il loro agire e il loro futuro. Utilità e importanza che si ritrovano leggendo le pagine di “Storia d’impresa e imprese storiche. Una visione diacronica” curato da Vittoria Ferrandino e Maria Rosaria Napolitano è appena pubblicato.

Il libro – scritto a più mani -, è nato con due finalità  ben spiegate dalle due curatrici. “Da un lato, quella di approfondire il ruolo delle imprese storiche nello sviluppo economico e sociale, analizzandone le peculiarità gestionali e i fattori critici di successo; dall’altro, quello di promuovere e valorizzare le storie di imprese, attraverso il racconto delle esperienze imprenditoriali e manageriali e l’analisi di quei “luoghi” in cui tali imprese incontrano i territori in cui hanno avuto ospitalità, al di fuori delle logiche strettamente connesse alla produzione di ricchezza: i musei aziendali e gli archivi storici”.

Ciò che ne è derivato è un volume ampio e complesso, fatto di numerosi contributi teorici e focalizzati su imprese diverse in quanto a settori e storie. Tutto inizia con una prima parte di analisi delle storia d’imprese nell’ambito macroeconomico e territoriale; l’attenzione è poi posta sull’evoluzione dei vantaggi competitivi delle imprese visti come elemento di longevità aziendale. Lungo il libro, le storie di grandi e meno grandi nomi dell’industria come Lucchini, Buitoni, Saquella (produttore di caffè in Abruzzo), Saint-Gobain, Marzotto e Marzotto Sud, Titanus e molti altri.

La fatica di Ferrandino e Napolitano oltre che dei tanti studiosi che hanno fornito contributi, è un altro tassello utile  a quella comprensione del nostro passato industriale che fa bene agli attuali imprenditori e ai loro manager. Una lettura magari non sempre facilissima e scorrevole, ma certamente da fare.

Storia d’impresa e imprese storiche. Una visione diacronica

Vittoria Ferrandino, Maria Rosaria Napolitano (a cura di)

Franco Angeli, 2015

Il presente si comprende meglio avendo prima compreso il passato. Vale anche per le imprese. Soprattutto oggi, in tempi complessi e “veloci” come questi. Quello della storia e dell’evoluzione delle imprese nell’ambito del sistema sociale ed economico del quale fanno parte, è d’altra parte uno degli strumenti più importanti proprio per capire a fondo il loro agire e il loro futuro. Utilità e importanza che si ritrovano leggendo le pagine di “Storia d’impresa e imprese storiche. Una visione diacronica” curato da Vittoria Ferrandino e Maria Rosaria Napolitano è appena pubblicato.

Il libro – scritto a più mani -, è nato con due finalità  ben spiegate dalle due curatrici. “Da un lato, quella di approfondire il ruolo delle imprese storiche nello sviluppo economico e sociale, analizzandone le peculiarità gestionali e i fattori critici di successo; dall’altro, quello di promuovere e valorizzare le storie di imprese, attraverso il racconto delle esperienze imprenditoriali e manageriali e l’analisi di quei “luoghi” in cui tali imprese incontrano i territori in cui hanno avuto ospitalità, al di fuori delle logiche strettamente connesse alla produzione di ricchezza: i musei aziendali e gli archivi storici”.

Ciò che ne è derivato è un volume ampio e complesso, fatto di numerosi contributi teorici e focalizzati su imprese diverse in quanto a settori e storie. Tutto inizia con una prima parte di analisi delle storia d’imprese nell’ambito macroeconomico e territoriale; l’attenzione è poi posta sull’evoluzione dei vantaggi competitivi delle imprese visti come elemento di longevità aziendale. Lungo il libro, le storie di grandi e meno grandi nomi dell’industria come Lucchini, Buitoni, Saquella (produttore di caffè in Abruzzo), Saint-Gobain, Marzotto e Marzotto Sud, Titanus e molti altri.

La fatica di Ferrandino e Napolitano oltre che dei tanti studiosi che hanno fornito contributi, è un altro tassello utile  a quella comprensione del nostro passato industriale che fa bene agli attuali imprenditori e ai loro manager. Una lettura magari non sempre facilissima e scorrevole, ma certamente da fare.

Storia d’impresa e imprese storiche. Una visione diacronica

Vittoria Ferrandino, Maria Rosaria Napolitano (a cura di)

Franco Angeli, 2015