Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
  • Scuola Primaria

  • Scuola Secondaria di I grado

  • Scuola Secondaria di II grado

  • Università

Back
Scuola Primaria
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di I grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di II grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Università
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Per informazioni sulle attività della Fondazione e l’accessiblità agli spazi
contattare il numero 0264423971 o scrivere a visite@fondazionepirelli.org

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Perché un’impresa nasce in un certo luogo e non in un altro?

Nascita, progressione e sviluppo delle imprese derivano anche dalle condizioni storiche, istituzionali e sociali nelle quali si ritrovano gli imprenditori. Anzi, la particolare natura delle imprese, la loro cultura, il modo di essere e le possibilità che hanno di svilupparsi, pare siano strettamente collegate all’epoca storica che le vede sorgere. Per capire meglio, però, occorre organizzare le informazioni e le interpretazioni secondo un filo logico. Servono guide come quella predisposta da Geoffrey Jones (della Harvard University – Entrepreneurial Management Unit), che in poco più di 70 pagine racconta l’evoluzione dei rapporti fra imprenditorialità, aziende e sviluppo dal 1850 ad oggi.

Lo studio  integra le conoscenze sul ruolo dell’imprenditorialità e delle imprese nelle analisi del perché l’Asia, l’America Latina e l’Africa siano state così lente a raggiungere l’Occidente dopo la rivoluzione industriale e l’avvento della crescita economica moderna e di come, invece, oggi alcune aree del mondo stiano crescendo molto più dell’Europa e dell’America del Nord.

Per condurre il lettore lungo oltre cento anni di storia economica e d’impresa, Jones divide il tutto in grandi passaggi: la creazione della ricchezza e della povertà all’epoca della “prima economia globale” e fino al primo conflitto mondale, lo sconquasso determinato dalla Seconda Guerra Mondiale e l’evoluzione del dopoguerra, la fase della “seconda economia globale” fino ad oggi. Tutto raccontato piuttosto che esposto, in modo tale da costruire una storia e non solamente un saggio accademico.

La conclusione secondo Jones, è che le spiegazioni che si concentrano sulle istituzioni carenti, sulla scarsa propensione allo sviluppo del capitale umano, sulla geografia e sulla cultura sono importanti, ma non sufficienti per capire la crescita delle imprese e il loro modo di affrontare la realtà. Oggi, poi, il radicamento sociale e culturale delle nuove tecnologie pone importanti sfide imprenditoriali e culturali che le diverse aree del globo affrontano in maniera diversa e con risultati differenti. “Pratiche manageriali spesso locali e occidentali – dice ad un certo punto Jones -, sono state combinate per la produzione di forme ibride di impresa”.

Entrepreneurs, Firms and Global Wealth Since 1850

Geoffrey Jones 

Harvard Business School – General Management Unit, Working Paper No. 13-076, 2013.

Nascita, progressione e sviluppo delle imprese derivano anche dalle condizioni storiche, istituzionali e sociali nelle quali si ritrovano gli imprenditori. Anzi, la particolare natura delle imprese, la loro cultura, il modo di essere e le possibilità che hanno di svilupparsi, pare siano strettamente collegate all’epoca storica che le vede sorgere. Per capire meglio, però, occorre organizzare le informazioni e le interpretazioni secondo un filo logico. Servono guide come quella predisposta da Geoffrey Jones (della Harvard University – Entrepreneurial Management Unit), che in poco più di 70 pagine racconta l’evoluzione dei rapporti fra imprenditorialità, aziende e sviluppo dal 1850 ad oggi.

Lo studio  integra le conoscenze sul ruolo dell’imprenditorialità e delle imprese nelle analisi del perché l’Asia, l’America Latina e l’Africa siano state così lente a raggiungere l’Occidente dopo la rivoluzione industriale e l’avvento della crescita economica moderna e di come, invece, oggi alcune aree del mondo stiano crescendo molto più dell’Europa e dell’America del Nord.

Per condurre il lettore lungo oltre cento anni di storia economica e d’impresa, Jones divide il tutto in grandi passaggi: la creazione della ricchezza e della povertà all’epoca della “prima economia globale” e fino al primo conflitto mondale, lo sconquasso determinato dalla Seconda Guerra Mondiale e l’evoluzione del dopoguerra, la fase della “seconda economia globale” fino ad oggi. Tutto raccontato piuttosto che esposto, in modo tale da costruire una storia e non solamente un saggio accademico.

La conclusione secondo Jones, è che le spiegazioni che si concentrano sulle istituzioni carenti, sulla scarsa propensione allo sviluppo del capitale umano, sulla geografia e sulla cultura sono importanti, ma non sufficienti per capire la crescita delle imprese e il loro modo di affrontare la realtà. Oggi, poi, il radicamento sociale e culturale delle nuove tecnologie pone importanti sfide imprenditoriali e culturali che le diverse aree del globo affrontano in maniera diversa e con risultati differenti. “Pratiche manageriali spesso locali e occidentali – dice ad un certo punto Jones -, sono state combinate per la produzione di forme ibride di impresa”.

Entrepreneurs, Firms and Global Wealth Since 1850

Geoffrey Jones 

Harvard Business School – General Management Unit, Working Paper No. 13-076, 2013.