Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
  • Scuola Primaria

  • Scuola Secondaria di I grado

  • Scuola Secondaria di II grado

  • Università

Back
Scuola Primaria
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Per avere maggiori informazioni riguardo ai percorsi dedicati ai diversi indirizzi scolastici e alle modalità di svolgimento potete lasciare i vostri dati e sarete ricontattati al più presto dallo staff di Fondazione Pirelli Educational.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di I grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Per avere maggiori informazioni riguardo ai percorsi dedicati ai diversi indirizzi scolastici e alle modalità di svolgimento potete lasciare i vostri dati e sarete ricontattati al più presto dallo staff di Fondazione Pirelli Educational.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di II grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Per avere maggiori informazioni riguardo ai percorsi dedicati ai diversi indirizzi scolastici e alle modalità di svolgimento potete lasciare i vostri dati e sarete ricontattati al più presto dallo staff di Fondazione Pirelli Educational.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Università
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Per informazioni sulle attività della Fondazione e l’accessiblità agli spazi
contattare il numero 0264423971 o scrivere a visite@fondazionepirelli.org

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Una finanza da riportare al servizio dell’impresa

Dire “finanza”, nella stagione della Grande Crisi, evoca disvalori. L’avidità. La rapacità. Un mondo misterioso e incomprensibile. Montagne di carta che producono soldi, senza lavoro, senza produzione di beni e servizi utili. Speculazione. I predoni di Wall Street portati sullo schermo dal Gordon Gekko di Michael Douglas (un film profetico). Gli affaristi senza scrupoli del “Falò delle vanità” di Tom Wolfe (un libro bello, lucido, lettissimo ma inascoltato). I grandi banchieri dalle stock options e dai bonus scandalosamente elevati. Il volto peggiore del capitalismo. Ma l’economia non tollera giudizi manichei. E la finanza non è certo la sintesi del male. Riconsiderare criticamente i processi economici porta oggi a dire, proprio per rispondere alle sfide della Crisi, che la finanza va ricondotta al suo ruolo di “finanza d’impresa” e cioè di teorie e tecniche, strumenti e scelte, per facilitare la migliore allocazione del capitale (il risparmio, gli utili) verso le attività produttive. Una buona finanza al servizio dell’economia reale, insomma. Lo suggeriscono anche tre buoni libri appena usciti, le “Lezioni dalla crisi” di Giuliano Amato (un uomo di governo e di studi di rilievo internazionale) e Fabrizio Forquet, vicedirettore del Sole24Ore; “Il prezzo della diseguaglianza” del premio Nobel Joseph Stiglitz (l’obiettivo è “plasmare i mercati e portarli verso una maggiore eguaglianza di opportunità”); e soprattutto “L’ascesa della finanza internazionale” di Giuseppe Berta, uno dei migliori storici italiani dell’economia, che nota: “Occorre cambiare le istituzioni finanziarie. La chiave di volta per riformarle nell’interesse della giustizia sociale sta nella loro democratizzazione, nello spezzarne l’involucro elitario per integrarle meglio all’interno dell’economia reale e della società”. Fare seria ed efficace cultura d’impresa significa proprio oggi riflettere sulle funzioni e sul miglior coordinamento di tutti gli strumenti della produzione, sul coinvolgimento di tutti gli attori economici e sociali. Banche e strutture della finanza comprese, naturalmente.