Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
  • Scuola Primaria

  • Scuola Secondaria di I grado

  • Scuola Secondaria di II grado

  • Università

Back
Scuola Primaria
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di I grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di II grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Università
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Per informazioni sulle attività della Fondazione e l’accessiblità agli spazi
contattare il numero 0264423971 o scrivere a visite@fondazionepirelli.org

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Welfare in Italia, dove e come

Il quarto rapporto sul tema curato da Michele Tiraboschi, conferma la complessità dell’argomento ma anche la sua necessità

 

Capire di più e meglio del welfare  in Italia e, quindi, usarlo in modo maggiormente efficace. Per i lavoratori e le imprese. Chiarezza, quindi, in prima fila. E precisione nei contenuti.

Sono i tratti caratteristici delle ricerche contenute in “WELFARE for PEOPLE”, il quarto rapporto sul welfare occupazionale e aziendale in Italia curato da Michele Tiraboschi. Una sorta di guida ad un tema affascinante e importante che, spesso, è però trattato con eccessiva superficialità. Per questo, i curatori nelle prime righe della raccolta evidenziano “l’ambizione di fornire un contributo utile allo sviluppo ordinato del welfare aziendale/occupazionale”. Perché uno dei problemi da affrontare sta proprio nel “disordine” dovuto all’entusiasmo su un argomento e su attività che – a ben vedere – non sono novità dell’oggi ma che oggi hanno trovato nuovi spazi di espansione e applicazione.

Le ricerche ospitate dalla raccolta coordinata da Tiraboschi sono state quindi dettate dallo “sforzo di sviluppare un ragionamento sufficientemente articolato, ma agile nell’impianto e semplice nella forma comunicativa”.

Alla base di tutto una “mappa” del welfare in Italia che parte dall’analisi di quanto accade, viene spiegato, “nel vasto universo della contrattazione collettiva (nazionale, territoriale e aziendale) secondo una prospettiva metodologica di relazioni industriali che consente di ricondurre a sistema una pluralità di frammenti di welfare che, se visti in modo isolato, offrono una lettura parziale e anche distorta del fenomeno”. Un’operazione resa possibile dalla banca dati “fareContrattazione” realizzata dal centro studi ADAPT, che contiene, oltre a tutti i principali contratti collettivi nazionali di riferimento espressione dei sistemi di relazioni industriali dotati di una maggiore rappresentatività comparata, oltre 2.800 tra contratti aziendali e territoriali.

Al di là dei numeri e delle analisi, sono poi almeno tre i passaggi da considerare per una migliore comprensione del welfare in Italia e che derivano dalle indagini condotte dal gruppo di studio di Tiraboschi. Prima di tutta la “grande trasformazione” ancora in corso che il welfare  rappresenta nelle relazioni industriali, poi le relazioni tra welfare e pandemia e, infine, quelle tra welfare e territorio (di cui vengono posti in questa edizione alcuni casi emblematici). Tutto con una grande attenzione a quanto già accennato: la necessità di misurare con affidabilità quanto sta accadendo.

Il lavoro di Michele Tiraboschi e dei  “suoi” ricercatori ha il gran pregio non solo di parlar chiaro a tutti, ma anche di fornire una mappa aggiornata di quanto accade: ciò che è indispensabile per istituzioni e imprese per capire meglio e fare ancora meglio.

WELFARE for PEOPLE. Quarto rapporto su IL WELFARE OCCUPAZIONALE E AZIENDALE IN ITALIA. Il welfare occupazionale e aziendale in Italia

Michele Tiraboschi (a cura di)

Adapt/Intesa Sanpaolo, 2021

Il quarto rapporto sul tema curato da Michele Tiraboschi, conferma la complessità dell’argomento ma anche la sua necessità

 

Capire di più e meglio del welfare  in Italia e, quindi, usarlo in modo maggiormente efficace. Per i lavoratori e le imprese. Chiarezza, quindi, in prima fila. E precisione nei contenuti.

Sono i tratti caratteristici delle ricerche contenute in “WELFARE for PEOPLE”, il quarto rapporto sul welfare occupazionale e aziendale in Italia curato da Michele Tiraboschi. Una sorta di guida ad un tema affascinante e importante che, spesso, è però trattato con eccessiva superficialità. Per questo, i curatori nelle prime righe della raccolta evidenziano “l’ambizione di fornire un contributo utile allo sviluppo ordinato del welfare aziendale/occupazionale”. Perché uno dei problemi da affrontare sta proprio nel “disordine” dovuto all’entusiasmo su un argomento e su attività che – a ben vedere – non sono novità dell’oggi ma che oggi hanno trovato nuovi spazi di espansione e applicazione.

Le ricerche ospitate dalla raccolta coordinata da Tiraboschi sono state quindi dettate dallo “sforzo di sviluppare un ragionamento sufficientemente articolato, ma agile nell’impianto e semplice nella forma comunicativa”.

Alla base di tutto una “mappa” del welfare in Italia che parte dall’analisi di quanto accade, viene spiegato, “nel vasto universo della contrattazione collettiva (nazionale, territoriale e aziendale) secondo una prospettiva metodologica di relazioni industriali che consente di ricondurre a sistema una pluralità di frammenti di welfare che, se visti in modo isolato, offrono una lettura parziale e anche distorta del fenomeno”. Un’operazione resa possibile dalla banca dati “fareContrattazione” realizzata dal centro studi ADAPT, che contiene, oltre a tutti i principali contratti collettivi nazionali di riferimento espressione dei sistemi di relazioni industriali dotati di una maggiore rappresentatività comparata, oltre 2.800 tra contratti aziendali e territoriali.

Al di là dei numeri e delle analisi, sono poi almeno tre i passaggi da considerare per una migliore comprensione del welfare in Italia e che derivano dalle indagini condotte dal gruppo di studio di Tiraboschi. Prima di tutta la “grande trasformazione” ancora in corso che il welfare  rappresenta nelle relazioni industriali, poi le relazioni tra welfare e pandemia e, infine, quelle tra welfare e territorio (di cui vengono posti in questa edizione alcuni casi emblematici). Tutto con una grande attenzione a quanto già accennato: la necessità di misurare con affidabilità quanto sta accadendo.

Il lavoro di Michele Tiraboschi e dei  “suoi” ricercatori ha il gran pregio non solo di parlar chiaro a tutti, ma anche di fornire una mappa aggiornata di quanto accade: ciò che è indispensabile per istituzioni e imprese per capire meglio e fare ancora meglio.

WELFARE for PEOPLE. Quarto rapporto su IL WELFARE OCCUPAZIONALE E AZIENDALE IN ITALIA. Il welfare occupazionale e aziendale in Italia

Michele Tiraboschi (a cura di)

Adapt/Intesa Sanpaolo, 2021