Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Prenota un percorso Educational

Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
  • Scuola Primaria

  • Scuola Secondaria di I grado

  • Scuola Secondaria di II grado

  • Università

Back
Scuola Primaria
Prenota un percorso Educational

Seleziona il laboratorio che ti interessa e il giorno
Inserisci i dati richiesti, il nostro team confermerà la disponibilità via mail
Il numero di posti massimo prenotabile per classe è di 30 persone. Le richieste che eccedono questo valore non verrano accettate.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di I grado
Prenota un percorso Educational

Seleziona il laboratorio che ti interessa e il giorno
Inserisci i dati richiesti, il nostro team confermerà la disponibilità via mail
Il numero di posti massimo prenotabile per classe è di 30 persone. Le richieste che eccedono questo valore non verrano accettate.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di II grado
Prenota un percorso Educational

Seleziona il laboratorio che ti interessa e il giorno
Inserisci i dati richiesti, il nostro team confermerà la disponibilità via mail
Il numero di posti massimo prenotabile per classe è di 30 persone. Le richieste che eccedono questo valore non verrano accettate.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Università
Prenota un percorso Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Comunichiamo che tutte le visite e le attività di Fondazione Pirelli sono temporaneamente sospese in coerenza con le indicazioni del Ministero della Sanità. Comunicheremo appena possibile il giorno di riapertura. Per informazioni contattare il numero 0264423971 o scrivere a info@fondazionepirelli.org

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Gino Bartali,
ritratti di un campione sulla Rivista Pirelli

Il 5 maggio del 2000, vent’anni fa, ci lasciava il ciclista Gino Bartali. Lunghissima la lista dei suoi trionfi, tra gli anni Trenta e Cinquanta del Novecento, con la maglia della Legnano-Pirelli e con la squadra della Nazionale italiana. Impossibile qui ripercorrere per intero la carriera di questo campione del pedale, dai suoi esordi da giovane dilettante nel 1934, era nato a Ponte a Ema nel 1914, fino al ritiro dalle gare nel 1954 carico di successi internazionali, tanto da diventare mito vivente anche per la sua storica rivalità con Fausto Coppi. Vorremmo piuttosto proporvi qui il Bartali raccontato su tante e tante pagine della Rivista Pirelli, che in quanto periodico “d’informazione e di tecnica” ha sempre dedicato ampio spazio ai fenomeni sportivi del momento, con articoli di scrittori e giornalisti di chiara fama come Orio Vergani. É proprio Vergani che, da inviato del “Corriere della Sera”, scrive l’articolo “Come conosco Gino e Fausto” pubblicato sulla Rivista Pirelli n. 4 del 1950. Un puntuale ritratto dei due eroi del momento: da una parte il tenace fiorentino di fuori porta, con quel suo “strano, ostinato, rabbioso, quasi rissoso modo di pigiar sui pedali”, dall’altro il tormentato e silenzioso Fausto. E sotto sotto, in questo epico scontro tra Fausto Coppi paragonato ad Achille, “figlio di una dea e sgomento dei doni sovrannaturali avuti dalla natura” e Gino Bartali immaginato come Ulisse, “figlio di comuni mortali, paziente e iroso”, il giornalista sembra parteggiare per l’uomo che “con pazienza e forza di nervi, vive la sua Odissea”.

É  un grande esperto di ciclismo anche Giuseppe Ambrosini, fondatore tra l’altro del “Guerin Sportivo”, che  affida l’anno precedente alle pagine della Rivista Pirelli n. 3 del 1949, nell’articolo “Bartali e Coppi: il segreto della potenza”, un minuzioso confronto tra i due campioni. Ambrosini descrive la “benefica generosità” di Gino Bartali,  perennemente contrapposta all’ipersensibilità di Fausto, “dal morale estremamente impressionabile dalle sue condizioni di forma, dall’avversario, dall’ambiente”.

Era amante della buona tavola Gino Bartali. A un’altra magnifica firma, Nino Nutrizio, la Rivista Pirelli nel 1951 commissiona un nuovo articolo su di lui: l’ex garzone del meccanico ciclista di Ponte a Ema è ora diventato un eroe, colto in un momento di meritato riposo fuori stagione: “battezzato coriaceo, vecchio, incallito, Bartali durante l’inverno ha fumato più di quanto avrebbe dovuto, ha concesso alla gola qualche piatto abbondante, non ha disdegnato un ballo o anche due con la giovane moglie di cui è innamorato”.  Sono i ritratti di un campione raccontato in tutta la sua umanità, nello sport e nella vita.

Multimedia

Images