Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
  • Scuola Primaria

  • Scuola Secondaria di I grado

  • Scuola Secondaria di II grado

  • Università

Back
Scuola Primaria
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di I grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di II grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Università
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Per informazioni sulle attività della Fondazione e l’accessiblità agli spazi
contattare il numero 0264423971 o scrivere a visite@fondazionepirelli.org

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

L’avvento della motorizzazione di massa

Nel 1957 Pirelli lascia il mondo delle competizioni per focalizzarsi sul segmento dei pneumatici da strada, così da poter rispondere all’avvento della motorizzazione di massa. Il listino si evolve parallelamente alla segmentazione del mercato automobilistico: nascono il Rolle per la Fiat 600, il Cisa per la Fiat 500, e il Sempione per la Fiat 1800. Negli anni Cinquanta anche Borrani diversifica la produzione inserendo a listino cerchi per auto di fascia bassa: è la ruota “Cabo” (dalle iniziali del fondatore), per Fiat 500, 1100, 1400 e 1500, non più a raggi ma a disco, con il coprimozzo cromato e personalizzabile con il marchio della vettura (anche nella versione sport, con sistema di montaggio rapido “Rudge Whitworth”)

Gli anni Sessanta vedono affermarsi una nuova rivoluzione nel campo pneumatici: si chiude l’epoca del pneumatico tradizionale a tele incrociate e si apre quella del radiale. Pirelli lancia il CINTURATO, brevettato nel 1951, pensato per utenti sportivi che prediligono tenuta di strada e velocità rispetto al “comfort”. È raccomandato inizialmente per le granturismo sportive e le berline di grossa cilindrata, come Alfa Romeo Giulietta Sprint, Lancia Aurelia B20, Fiat 8V. Per le stesse auto, Borrani mette a punto i cerchi Turbo, nella versione sport – in lega leggera – e normale in acciaio. Presto il CINTURATO si diffonde in tutti i segmenti del mercato e diventa il pneumatico della motorizzazione di massa (continuando però a gommare le vetture sportive, come Lamborghini Miura, ISO Grifo, Maserati Ghibli, Alfa Romeo Junior Zeta). Questa volta è Ugo Mulas, altro grande nome della fotografia, a realizzare una campagna pubblicitaria per i pneumatici Sempione e Cinturato che vede come protagonisti giovani immortalati accanto ad automobili gommate, naturalmente, Pirelli. L’inizio di un lungo viaggio, in un mondo sempre più in movimento.

Torna alla pagina principale 

Nel 1957 Pirelli lascia il mondo delle competizioni per focalizzarsi sul segmento dei pneumatici da strada, così da poter rispondere all’avvento della motorizzazione di massa. Il listino si evolve parallelamente alla segmentazione del mercato automobilistico: nascono il Rolle per la Fiat 600, il Cisa per la Fiat 500, e il Sempione per la Fiat 1800. Negli anni Cinquanta anche Borrani diversifica la produzione inserendo a listino cerchi per auto di fascia bassa: è la ruota “Cabo” (dalle iniziali del fondatore), per Fiat 500, 1100, 1400 e 1500, non più a raggi ma a disco, con il coprimozzo cromato e personalizzabile con il marchio della vettura (anche nella versione sport, con sistema di montaggio rapido “Rudge Whitworth”)

Gli anni Sessanta vedono affermarsi una nuova rivoluzione nel campo pneumatici: si chiude l’epoca del pneumatico tradizionale a tele incrociate e si apre quella del radiale. Pirelli lancia il CINTURATO, brevettato nel 1951, pensato per utenti sportivi che prediligono tenuta di strada e velocità rispetto al “comfort”. È raccomandato inizialmente per le granturismo sportive e le berline di grossa cilindrata, come Alfa Romeo Giulietta Sprint, Lancia Aurelia B20, Fiat 8V. Per le stesse auto, Borrani mette a punto i cerchi Turbo, nella versione sport – in lega leggera – e normale in acciaio. Presto il CINTURATO si diffonde in tutti i segmenti del mercato e diventa il pneumatico della motorizzazione di massa (continuando però a gommare le vetture sportive, come Lamborghini Miura, ISO Grifo, Maserati Ghibli, Alfa Romeo Junior Zeta). Questa volta è Ugo Mulas, altro grande nome della fotografia, a realizzare una campagna pubblicitaria per i pneumatici Sempione e Cinturato che vede come protagonisti giovani immortalati accanto ad automobili gommate, naturalmente, Pirelli. L’inizio di un lungo viaggio, in un mondo sempre più in movimento.

Torna alla pagina principale 

Multimedia

Images