Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
  • Scuola Primaria

  • Scuola Secondaria di I grado

  • Scuola Secondaria di II grado

  • Università

Back
Scuola Primaria
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di I grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di II grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Università
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Per informazioni sulle attività della Fondazione e l’accessiblità agli spazi
contattare il numero 0264423971 o scrivere a visite@fondazionepirelli.org

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Plinio Codognato, grande autore di manifesti per la pubblicità Pirelli

Nato il 13 aprile 1878 a Verona, Plinio Codognato realizza alcuni tra i più famosi manifesti pubblicitari del primo Novecento per aziende del settore automobilistico e ciclistico, come Atala, Fiat, OM e Pirelli, ma non solo.  Formatosi all’Accadema delle Belle Arti di Verona, diretta da Mosè Bianchi, si dedica fin da subito alla grafica pubblicitaria e nel 1906 è tra i partecipanti alla I Esposizione d’arte nella pubblicità presso l’Esposizione internazionale del Sempione, a Milano. Dopo un primo periodo di attività a Verona, dove realizza manifesti per la Fiera Cavalli e per le stagioni liriche dell’Arena, nel 1918 si trasferisce definitivamente nel capoluogo lombardo, e qui prende il via il periodo più fecondo della sua produzione, nonchè la collaborazione con importanti marchi industriali, in particolar modo la Fiat.

Già nel 1915 Codognato realizza una prima pubblicità per la Pirelli, destinata ad avere una grande fortuna. Così la descrive “L’impresa moderna” nel gennaio del 1916: “Un bel bambino in bicicletta, con le gambe larghe e il volto sorridente che pareva scendere per una china venendo incontro a chi lo osservava”. L’Italia è appena entrata in guerra e i colori del vestito del bambino sono quelli della bandiera nazionale. La pubblicità ha una notevole fortuna negli anni seguenti ed è riprodotta su diverse riviste, tra cui la “Rivista mensile del Touring Club Italiano” che la pubblica sulla copertina del numero di aprile del 1917, ma anche su targhe di metallo, agende e bolli chiudi lettera.

Quasi un’istantanea di un bambino in bicicletta su una discesa, che nel 1952 il Servizio Propaganda della Pirelli decide di riproporre, bandendo un concorso tra i figli dei dipendenti, alla ricerca di un bambino che posi per il rifacimento della pubblicità “per ripetere, a 35 anni di distanza, lo stesso cartello a colori ma con un bambino dei nostri tempi”, recita l’annuncio sull’house organ “Fatti e Notizie”. In tutta la sua produzione Codognato resta fedele a uno stile classicheggiante, con figure mitologiche, centauri, fauni, aquile, associati a prodotti moderni quali automobili e biciclette, come nella pubblicità dei cicli Fiat gommati Pirelli, conservata presso la Collezione Salce di Treviso, alternato a uno stile più realistico e spiritoso, che si fa a tratti satirico e grottesco: ne è un esempio anche il manifesto dei cicli Ancora con gomme Pirelli, recente acquisizione del nostro Archivio Storico, che raffigura la maschera carnevalesca di Meneghino mentre imbraccia una bicicletta. Ancora attivo negli anni Trenta, durante i quali continua a realizzare, tra le altre, le pubblicità di veicoli gommati Pirelli, come il manifesto della Fiat Balilla conservato sempre a Treviso, Codognato muore a Milano nel 1940. Con la sua arte e il suo stile lascia un’eredità artistica senza tempo.

Nato il 13 aprile 1878 a Verona, Plinio Codognato realizza alcuni tra i più famosi manifesti pubblicitari del primo Novecento per aziende del settore automobilistico e ciclistico, come Atala, Fiat, OM e Pirelli, ma non solo.  Formatosi all’Accadema delle Belle Arti di Verona, diretta da Mosè Bianchi, si dedica fin da subito alla grafica pubblicitaria e nel 1906 è tra i partecipanti alla I Esposizione d’arte nella pubblicità presso l’Esposizione internazionale del Sempione, a Milano. Dopo un primo periodo di attività a Verona, dove realizza manifesti per la Fiera Cavalli e per le stagioni liriche dell’Arena, nel 1918 si trasferisce definitivamente nel capoluogo lombardo, e qui prende il via il periodo più fecondo della sua produzione, nonchè la collaborazione con importanti marchi industriali, in particolar modo la Fiat.

Già nel 1915 Codognato realizza una prima pubblicità per la Pirelli, destinata ad avere una grande fortuna. Così la descrive “L’impresa moderna” nel gennaio del 1916: “Un bel bambino in bicicletta, con le gambe larghe e il volto sorridente che pareva scendere per una china venendo incontro a chi lo osservava”. L’Italia è appena entrata in guerra e i colori del vestito del bambino sono quelli della bandiera nazionale. La pubblicità ha una notevole fortuna negli anni seguenti ed è riprodotta su diverse riviste, tra cui la “Rivista mensile del Touring Club Italiano” che la pubblica sulla copertina del numero di aprile del 1917, ma anche su targhe di metallo, agende e bolli chiudi lettera.

Quasi un’istantanea di un bambino in bicicletta su una discesa, che nel 1952 il Servizio Propaganda della Pirelli decide di riproporre, bandendo un concorso tra i figli dei dipendenti, alla ricerca di un bambino che posi per il rifacimento della pubblicità “per ripetere, a 35 anni di distanza, lo stesso cartello a colori ma con un bambino dei nostri tempi”, recita l’annuncio sull’house organ “Fatti e Notizie”. In tutta la sua produzione Codognato resta fedele a uno stile classicheggiante, con figure mitologiche, centauri, fauni, aquile, associati a prodotti moderni quali automobili e biciclette, come nella pubblicità dei cicli Fiat gommati Pirelli, conservata presso la Collezione Salce di Treviso, alternato a uno stile più realistico e spiritoso, che si fa a tratti satirico e grottesco: ne è un esempio anche il manifesto dei cicli Ancora con gomme Pirelli, recente acquisizione del nostro Archivio Storico, che raffigura la maschera carnevalesca di Meneghino mentre imbraccia una bicicletta. Ancora attivo negli anni Trenta, durante i quali continua a realizzare, tra le altre, le pubblicità di veicoli gommati Pirelli, come il manifesto della Fiat Balilla conservato sempre a Treviso, Codognato muore a Milano nel 1940. Con la sua arte e il suo stile lascia un’eredità artistica senza tempo.