Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
  • Scuola Primaria

  • Scuola Secondaria di I grado

  • Scuola Secondaria di II grado

  • Università

Back
Scuola Primaria
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di I grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di II grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Università
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Per informazioni sulle attività della Fondazione e l’accessiblità agli spazi
contattare il numero 0264423971 o scrivere a visite@fondazionepirelli.org

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

“Riflettere i moti del cielo”:
un grattacielo per Pirelli

“La totale finestratura di cristallo legata in alluminio rifletterà i moti del cielo”. Con queste parole l’architetto Carlo De Carli descrive sulle pagine della Rivista Pirelli l’aspetto che avrà la facciata della nuova sede della Pirelli progettata da Gio Ponti e Giuseppe Valtolina con il contributo di Pierluigi Nervi e Arturo Danusso. Inaugurato nel 1960, il Grattacielo Pirelli è l’edificio più alto, in quell’epoca, di Milano e d’Europa, e la sua facciata è una vetrata continua in alluminio e cristallo di 9.500 metri quadrati: un curtain wall che ricopre l’edificio in corrispondenza dei vuoti lasciati tra le strutture verticali, fino a rivestire completamente il 31° piano dell’edificio, dal quale è possibile godere di una vista mozzafiato su tutta la città.

Una pianta larga 18,5 metri e lunga circa 70 metri che va assottigliandosi alle estremità, con un rapporto tra larghezza e altezza (127 metri) estremamente ridotto rispetto ad altri grattacieli, e mai sperimentato in edifici in cemento armato. Una struttura con funzione portante e nello stesso tempo di contrasto all’azione del vento, con le torri degli ascensori e dei servizi al centro. Una disposizione che consente di non avere spazi inutilizzati: gli ambienti sono ampi, luminosi, funzionali, grazie anche alla sottile parete-finestra che separa l’interno dall’esterno, che di giorno riflette “i moti del cielo” e di notte illumina l’edificio di luce propria, facendo stagliare il Pirellone nello skyline di Milano.

Torna alla pagina principale

“La totale finestratura di cristallo legata in alluminio rifletterà i moti del cielo”. Con queste parole l’architetto Carlo De Carli descrive sulle pagine della Rivista Pirelli l’aspetto che avrà la facciata della nuova sede della Pirelli progettata da Gio Ponti e Giuseppe Valtolina con il contributo di Pierluigi Nervi e Arturo Danusso. Inaugurato nel 1960, il Grattacielo Pirelli è l’edificio più alto, in quell’epoca, di Milano e d’Europa, e la sua facciata è una vetrata continua in alluminio e cristallo di 9.500 metri quadrati: un curtain wall che ricopre l’edificio in corrispondenza dei vuoti lasciati tra le strutture verticali, fino a rivestire completamente il 31° piano dell’edificio, dal quale è possibile godere di una vista mozzafiato su tutta la città.

Una pianta larga 18,5 metri e lunga circa 70 metri che va assottigliandosi alle estremità, con un rapporto tra larghezza e altezza (127 metri) estremamente ridotto rispetto ad altri grattacieli, e mai sperimentato in edifici in cemento armato. Una struttura con funzione portante e nello stesso tempo di contrasto all’azione del vento, con le torri degli ascensori e dei servizi al centro. Una disposizione che consente di non avere spazi inutilizzati: gli ambienti sono ampi, luminosi, funzionali, grazie anche alla sottile parete-finestra che separa l’interno dall’esterno, che di giorno riflette “i moti del cielo” e di notte illumina l’edificio di luce propria, facendo stagliare il Pirellone nello skyline di Milano.

Torna alla pagina principale

Multimedia

Images
CIAO, COME POSSO AIUTARTI?