Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
  • Scuola Primaria

  • Scuola Secondaria di I grado

  • Scuola Secondaria di II grado

  • Università

Back
Scuola Primaria
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di I grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di II grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Università
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Per informazioni sulle attività della Fondazione e l’accessiblità agli spazi
contattare il numero 0264423971 o scrivere a visite@fondazionepirelli.org

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Marcello Dudovich, maestro della cartellonistica industriale

Il percorso artistico di Marcello Dudovich, pittore e illustratore attivo tra la fine dell’Ottocento e la prima metà del Novecento, ha seguito un itinerario non convenzionale. A sessant’anni dalla sua scomparsa, avvenuta il 31 marzo 1962, è ancora oggi considerato uno dei massimi esponenti della cartellonistica pubblicitaria italiana. Le sue opere rappresentano la migliore espressione dell’evoluzione storico-sociale dell’arte applicata all’industria, il miglior campo di sperimentazione di un’arte “di sintesi”, che con pochi ed essenziali tratti riesce nel comunicare una pluralità di significati.

Artigiani, fabbriche, industrie in espansione. I primi anni del Novecento sono gli anni delle due e quattro ruote, della velocità, dell’adrenalina, delle automobili, delle competizioni su pista e dei primi raid intercontinentali. Sono gli anni delle grandi industrie come FIAT, Alfa Romeo, Bugatti, Legnano e ovviamente Pirelli, e degli artisti chiamati a raccontare i prodotti inaugurando un nuovo ciclo nella comunicazione visiva d’impresa. Non è un caso che a Milano, la strada di Dudovich incroci molte di queste realtà.

Per la Pirelli realizza manifesti di pneumatici, ma anche di impermeabili, abbandonando l’influenza liberty a favore di un tratto più lineare, che esalta il marchio di fabbrica. Gli elementi testuali come lo slogan, il prodotto e i marchi, acquisiscono sempre maggiore rilevanza, a discapito della rappresentazione pura del prodotto. Come nel caso della recente acquisizione del nostro Archivio Storico: un manifesto pubblicitario degli anni Venti dedicato alla fornitura di pneumatici Pirelli per i cicli Dei, stampato dalla Litografia G. B. Virtuani & C., che esalta al contempo la perfezione dei telai realizzati da Umberto Dei e le performance garantite dai pneumatici, che si era già affermato per innovazione e tenuta di strada su due e quattro ruote. A completare il messaggio è la figura del ciclista che richiama immediatamente le vittorie dello stesso Umberto Dei, famoso per aver battuto i grandi del ciclismo in sella alla sua bici, pur senza preparazione atletica. Un manifesto, insomma, che intreccia più livelli e più storie con pochi, essenziali e definiti tratti. Una caratteristica che, anche i grandi graphic designer degli anni Cinquanta o le grandi agenzie degli anni Novanta-Duemila, sapranno codificare e mantenere in uno stile unico, lo “Stile Pirelli”.

Il percorso artistico di Marcello Dudovich, pittore e illustratore attivo tra la fine dell’Ottocento e la prima metà del Novecento, ha seguito un itinerario non convenzionale. A sessant’anni dalla sua scomparsa, avvenuta il 31 marzo 1962, è ancora oggi considerato uno dei massimi esponenti della cartellonistica pubblicitaria italiana. Le sue opere rappresentano la migliore espressione dell’evoluzione storico-sociale dell’arte applicata all’industria, il miglior campo di sperimentazione di un’arte “di sintesi”, che con pochi ed essenziali tratti riesce nel comunicare una pluralità di significati.

Artigiani, fabbriche, industrie in espansione. I primi anni del Novecento sono gli anni delle due e quattro ruote, della velocità, dell’adrenalina, delle automobili, delle competizioni su pista e dei primi raid intercontinentali. Sono gli anni delle grandi industrie come FIAT, Alfa Romeo, Bugatti, Legnano e ovviamente Pirelli, e degli artisti chiamati a raccontare i prodotti inaugurando un nuovo ciclo nella comunicazione visiva d’impresa. Non è un caso che a Milano, la strada di Dudovich incroci molte di queste realtà.

Per la Pirelli realizza manifesti di pneumatici, ma anche di impermeabili, abbandonando l’influenza liberty a favore di un tratto più lineare, che esalta il marchio di fabbrica. Gli elementi testuali come lo slogan, il prodotto e i marchi, acquisiscono sempre maggiore rilevanza, a discapito della rappresentazione pura del prodotto. Come nel caso della recente acquisizione del nostro Archivio Storico: un manifesto pubblicitario degli anni Venti dedicato alla fornitura di pneumatici Pirelli per i cicli Dei, stampato dalla Litografia G. B. Virtuani & C., che esalta al contempo la perfezione dei telai realizzati da Umberto Dei e le performance garantite dai pneumatici, che si era già affermato per innovazione e tenuta di strada su due e quattro ruote. A completare il messaggio è la figura del ciclista che richiama immediatamente le vittorie dello stesso Umberto Dei, famoso per aver battuto i grandi del ciclismo in sella alla sua bici, pur senza preparazione atletica. Un manifesto, insomma, che intreccia più livelli e più storie con pochi, essenziali e definiti tratti. Una caratteristica che, anche i grandi graphic designer degli anni Cinquanta o le grandi agenzie degli anni Novanta-Duemila, sapranno codificare e mantenere in uno stile unico, lo “Stile Pirelli”.