Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per l’invio, anche a mezzo e-mail, di comunicazioni relative ad iniziative/convegni organizzati dalla Fondazione Pirelli..

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
  • Scuola Primaria

  • Scuola Secondaria di I grado

  • Scuola Secondaria di II grado

  • Università

Back
Scuola Primaria
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per l’invio, anche a mezzo e-mail, di comunicazioni relative ad iniziative/convegni organizzati dalla Fondazione Pirelli..

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di I grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per l’invio, anche a mezzo e-mail, di comunicazioni relative ad iniziative/convegni organizzati dalla Fondazione Pirelli..

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di II grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per l’invio, anche a mezzo e-mail, di comunicazioni relative ad iniziative/convegni organizzati dalla Fondazione Pirelli..

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Università
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Per informazioni sulle attività della Fondazione e l’accessiblità agli spazi
contattare il numero 0264423971 o scrivere a visite@fondazionepirelli.org

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per l’invio, anche a mezzo e-mail, di comunicazioni relative ad iniziative/convegni organizzati dalla Fondazione Pirelli..

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

“Pirelli Wunderbar!”

Quella di Pirelli in Germania è una storia fatta di viaggi, analisi di mercato, investimenti. Oggi, il polo tedesco di Pirelli ha sede a Breuberg, nel sud dell’Assia, in quello che era lo stabilimento rilevato nel 1963 a seguito dell’acquisizione della Veith, azienda che dal 1903 produceva pneumatici per biciclette e per veicoli. Ma la storia della presenza della Pirelli in Germania risale alla seconda metà del XIX secolo. E numerose testimonianze di quanto fatto dall’azienda e dai suoi uomini si ritrovano anche nel nostro Archivio Storico. Un percorso a tappe successive che, a ben vedere, inizia addirittura negli anni immediatamente precedenti la decisione di dare vita nel 1872 all’azienda da parte di Giovanni Battista Pirelli. Proprio lui, infatti, nel 1870 tocca anche i lander tedeschi nel suo “viaggio d’istruzione all’estero”.
Viaggi e analisi proseguono negli anni successivi. Basti pensare, per esempio, alla lettera che Alberto Pirelli scrive al fratello Piero il 24 novembre 1915 con una dettagliata relazione sull’approvvigionamento di gomma e derivati in Germania e Austria e sulla situazione dei divieti di esportazione dei prodotti Pirelli. Si tratta di un’attenta analisi non solo dei regolamenti commerciali, ma anche della concorrenza internazionale che la Pirelli deve affrontare sul mercato tedesco. Pochi anni dopo, nell’aprile 1921, passato il primo conflitto mondiale, la Pirelli invia in Germania Luigi Emanueli, storico ingegnere dell’azienda, inventore nel 1917 del cavo a olio fluido e successivamente – negli anni Cinquanta – del celebre pneumatico Cinturato™. Emanueli torna con un bagaglio impressionante di informazioni: relazioni su decine e decine di aziende visitate e interpellate, quotazioni delle materie prime, brevetti, disegni e rilievi tecnici, note di dettaglio riferite a numerose aziende dello stesso settore oppure a settori simili. Informazioni preziose, che fanno da base per ulteriori approfondimenti condotti negli anni successivi, sia dal punto di vista di mercato sia da quello tecnico.

Il nostro Archivio conserva anche testimonianze dei progressi di cui la Pirelli è protagonista in Germania anno dopo anno, a partire dall’inizio delle produzioni a Breuberg: si tratta di passi in avanti dal punto di vista produttivo e commerciale. L’house organ aziendale Fatti e Notizie dà ampio spazio alle notizie provenienti dalla Germania: il 1988, ad esempio, è l’anno della nascita di un nuovo impianto di pneumatici per autocarro; nel 2005 il record di produzione raggiunto dalla fabbrica fa intitolare l’articolo dell’house organ italiano “Pirelli Wunderbar!”. Nel 2013 lo stabilimento di Breuberg festeggia i suoi primi 50 anni. Un compleanno importante che vede la fabbrica della P Lunga impegnata sia sul fronte dei pneumatici per auto sia per quelli per motociclette; con un ruolo speciale ricoperto dal marchio Metzeler, storica azienda tedesca acquisita nel 1986 da Pirelli, specializzata proprio nella produzione per il mercato delle due ruote.

Ma la presenza di Pirelli in Germania trova spazio anche nella comunicazione pubblicitaria. Nell’Archivio sono conservate numerose pubblicità dedicate al Cinturato™., che anche in questo Paese si impone “per la sicurezza degli automobilisti”. È il caso della campagna di comunicazione del 1968 realizzata dal grafico Pino Tovaglia dove compare anche la bandiera della Germania. E il concetto di sicurezza declinato in tedesco viene riproposto negli anni Ottanta con Die Beine Ihres Autos, una campagna costituita da brevi filmati che si dispiega su più annate e più soggetti (anche con una versione a stampa), dove i protagonisti si spostano in equilibrio su un pneumatico, come fossero, appunto, “sulle gambe delle loro auto”.

Negli anni lo stabilimento di Breuberg è diventato una fabbrica high-tech dedicata alla produzione di pneumatici di alta gamma, attenta all’efficienza della produzione così come ai suoi risvolti ambientali. Le gomme fabbricate a Breuberg sono state montate nel corso degli anni sulle vetture di case auto del calibro di Audi, BMW, Ferrari, Lamborghini, Maserati, Mercedes, Porsche, Volkswagen, Volvo e sulle moto dei marchi BMW, Ducati e Honda. Davvero è sempre più Pirelli Wunderbar!

Quella di Pirelli in Germania è una storia fatta di viaggi, analisi di mercato, investimenti. Oggi, il polo tedesco di Pirelli ha sede a Breuberg, nel sud dell’Assia, in quello che era lo stabilimento rilevato nel 1963 a seguito dell’acquisizione della Veith, azienda che dal 1903 produceva pneumatici per biciclette e per veicoli. Ma la storia della presenza della Pirelli in Germania risale alla seconda metà del XIX secolo. E numerose testimonianze di quanto fatto dall’azienda e dai suoi uomini si ritrovano anche nel nostro Archivio Storico. Un percorso a tappe successive che, a ben vedere, inizia addirittura negli anni immediatamente precedenti la decisione di dare vita nel 1872 all’azienda da parte di Giovanni Battista Pirelli. Proprio lui, infatti, nel 1870 tocca anche i lander tedeschi nel suo “viaggio d’istruzione all’estero”.
Viaggi e analisi proseguono negli anni successivi. Basti pensare, per esempio, alla lettera che Alberto Pirelli scrive al fratello Piero il 24 novembre 1915 con una dettagliata relazione sull’approvvigionamento di gomma e derivati in Germania e Austria e sulla situazione dei divieti di esportazione dei prodotti Pirelli. Si tratta di un’attenta analisi non solo dei regolamenti commerciali, ma anche della concorrenza internazionale che la Pirelli deve affrontare sul mercato tedesco. Pochi anni dopo, nell’aprile 1921, passato il primo conflitto mondiale, la Pirelli invia in Germania Luigi Emanueli, storico ingegnere dell’azienda, inventore nel 1917 del cavo a olio fluido e successivamente – negli anni Cinquanta – del celebre pneumatico Cinturato™. Emanueli torna con un bagaglio impressionante di informazioni: relazioni su decine e decine di aziende visitate e interpellate, quotazioni delle materie prime, brevetti, disegni e rilievi tecnici, note di dettaglio riferite a numerose aziende dello stesso settore oppure a settori simili. Informazioni preziose, che fanno da base per ulteriori approfondimenti condotti negli anni successivi, sia dal punto di vista di mercato sia da quello tecnico.

Il nostro Archivio conserva anche testimonianze dei progressi di cui la Pirelli è protagonista in Germania anno dopo anno, a partire dall’inizio delle produzioni a Breuberg: si tratta di passi in avanti dal punto di vista produttivo e commerciale. L’house organ aziendale Fatti e Notizie dà ampio spazio alle notizie provenienti dalla Germania: il 1988, ad esempio, è l’anno della nascita di un nuovo impianto di pneumatici per autocarro; nel 2005 il record di produzione raggiunto dalla fabbrica fa intitolare l’articolo dell’house organ italiano “Pirelli Wunderbar!”. Nel 2013 lo stabilimento di Breuberg festeggia i suoi primi 50 anni. Un compleanno importante che vede la fabbrica della P Lunga impegnata sia sul fronte dei pneumatici per auto sia per quelli per motociclette; con un ruolo speciale ricoperto dal marchio Metzeler, storica azienda tedesca acquisita nel 1986 da Pirelli, specializzata proprio nella produzione per il mercato delle due ruote.

Ma la presenza di Pirelli in Germania trova spazio anche nella comunicazione pubblicitaria. Nell’Archivio sono conservate numerose pubblicità dedicate al Cinturato™., che anche in questo Paese si impone “per la sicurezza degli automobilisti”. È il caso della campagna di comunicazione del 1968 realizzata dal grafico Pino Tovaglia dove compare anche la bandiera della Germania. E il concetto di sicurezza declinato in tedesco viene riproposto negli anni Ottanta con Die Beine Ihres Autos, una campagna costituita da brevi filmati che si dispiega su più annate e più soggetti (anche con una versione a stampa), dove i protagonisti si spostano in equilibrio su un pneumatico, come fossero, appunto, “sulle gambe delle loro auto”.

Negli anni lo stabilimento di Breuberg è diventato una fabbrica high-tech dedicata alla produzione di pneumatici di alta gamma, attenta all’efficienza della produzione così come ai suoi risvolti ambientali. Le gomme fabbricate a Breuberg sono state montate nel corso degli anni sulle vetture di case auto del calibro di Audi, BMW, Ferrari, Lamborghini, Maserati, Mercedes, Porsche, Volkswagen, Volvo e sulle moto dei marchi BMW, Ducati e Honda. Davvero è sempre più Pirelli Wunderbar!

Multimedia

Images
CIAO, COME POSSO AIUTARTI?