Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
  • Scuola Primaria

  • Scuola Secondaria di I grado

  • Scuola Secondaria di II grado

  • Università

Back
Scuola Primaria
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di I grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di II grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Università
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Per informazioni sulle attività della Fondazione e l’accessiblità agli spazi
contattare il numero 0264423971 o scrivere a visite@fondazionepirelli.org

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Pneumatici da collezione: Pirelli e il Cinturato per la Mini Cooper

Due anime diverse e complementari contraddistinguono la linea “Pirelli Collezione”. Nata per offrire al mercato delle vetture d’epoca pneumatici che rispondano perfettamente ai criteri filologici a cui si attengono i collezionisti più attenti e appassionati, unisce aspetto e dinamica di guida originaria delle auto storiche con le più avanzate tecnologie, per garantire performance e sicurezza sempre maggiori.

A partire dagli anni Cinquanta la Pirelli amplia notevolmente la sua gamma di pneumatici, sempre più specializzati per i diversi tipi di veicolo, le diverse stagioni, le particolari condizioni stradali, di velocità, di carico. Per pubblicizzare questi prodotti e renderli riconoscibili, tra gli anni Cinquanta e Settanta vengono realizzate centinaia di tavole per ogni modello di pneumatico: fotografie ritoccate a china e aerografo per far risaltare forme e linee dei battistrada su pubblicità, listini, cataloghi.

Oggi, a distanza di oltre settant’anni, quelle stesse tavole – insieme alle specifiche di prodotto e ad altra documentazione di natura tecnica conservata presso il nostro Archivio Storico – vengono utilizzate per riprodurre pneumatici Pirelli “storicamente corretti”. Da qui, infatti, prendono vita le nuove versioni degli iconici Stella Bianca e Stelvio, o i modelli di Cinturato degli anni Sessanta, fino alle linee più recenti, ma già “storiche”: i super-ribassati P7 e P5 voluto da Jaguar, o il P Zero Rosso di inizio anni Duemila prodotto per Porsche.

La collaborazione con le grandi case automobilistiche è un legame a doppio filo che viene da lontano e che continua ancora oggi. Ne è un esempio, tra gli altri, il rifacimento del pneumatico Cinturato per le diverse versioni della BMW Mini. Le mescole e le tecnologie attuali per lo sviluppo dei pneumatici della linea “Pirelli Collezione” garantiscono infatti affidabilità e alti livelli di sicurezza, e mantengono lo stile originale ridisegnato utilizzando il patrimonio di immagini e progetti messo a disposizione dalla Fondazione Pirelli. Un ritorno di una grande icona degli anni Sessanta che ha aggiunto, ai precedenti Cinturato 367F e P3, anche l’omologazione ad hoc dell’Eufori@ Run Flat, un pneumatico sinonimo di affidabilità di guida in grado di funzionare per 150 chilometri a una velocità di 80 km/h anche in condizioni di totale degonfiamento. E molti sono ancora oggi i progetti in cantiere, tutti con un focus principale: riattualizzare il passato e trasportarlo verso il futuro.

Due anime diverse e complementari contraddistinguono la linea “Pirelli Collezione”. Nata per offrire al mercato delle vetture d’epoca pneumatici che rispondano perfettamente ai criteri filologici a cui si attengono i collezionisti più attenti e appassionati, unisce aspetto e dinamica di guida originaria delle auto storiche con le più avanzate tecnologie, per garantire performance e sicurezza sempre maggiori.

A partire dagli anni Cinquanta la Pirelli amplia notevolmente la sua gamma di pneumatici, sempre più specializzati per i diversi tipi di veicolo, le diverse stagioni, le particolari condizioni stradali, di velocità, di carico. Per pubblicizzare questi prodotti e renderli riconoscibili, tra gli anni Cinquanta e Settanta vengono realizzate centinaia di tavole per ogni modello di pneumatico: fotografie ritoccate a china e aerografo per far risaltare forme e linee dei battistrada su pubblicità, listini, cataloghi.

Oggi, a distanza di oltre settant’anni, quelle stesse tavole – insieme alle specifiche di prodotto e ad altra documentazione di natura tecnica conservata presso il nostro Archivio Storico – vengono utilizzate per riprodurre pneumatici Pirelli “storicamente corretti”. Da qui, infatti, prendono vita le nuove versioni degli iconici Stella Bianca e Stelvio, o i modelli di Cinturato degli anni Sessanta, fino alle linee più recenti, ma già “storiche”: i super-ribassati P7 e P5 voluto da Jaguar, o il P Zero Rosso di inizio anni Duemila prodotto per Porsche.

La collaborazione con le grandi case automobilistiche è un legame a doppio filo che viene da lontano e che continua ancora oggi. Ne è un esempio, tra gli altri, il rifacimento del pneumatico Cinturato per le diverse versioni della BMW Mini. Le mescole e le tecnologie attuali per lo sviluppo dei pneumatici della linea “Pirelli Collezione” garantiscono infatti affidabilità e alti livelli di sicurezza, e mantengono lo stile originale ridisegnato utilizzando il patrimonio di immagini e progetti messo a disposizione dalla Fondazione Pirelli. Un ritorno di una grande icona degli anni Sessanta che ha aggiunto, ai precedenti Cinturato 367F e P3, anche l’omologazione ad hoc dell’Eufori@ Run Flat, un pneumatico sinonimo di affidabilità di guida in grado di funzionare per 150 chilometri a una velocità di 80 km/h anche in condizioni di totale degonfiamento. E molti sono ancora oggi i progetti in cantiere, tutti con un focus principale: riattualizzare il passato e trasportarlo verso il futuro.

Multimedia

Images