Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Prenota un percorso Educational

Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
  • Scuola Primaria

  • Scuola Secondaria di I grado

  • Scuola Secondaria di II grado

  • Università

Back
Scuola Primaria
Prenota un percorso Educational

Seleziona il laboratorio che ti interessa e il giorno
Inserisci i dati richiesti, il nostro team confermerà la disponibilità via mail
Il numero di posti massimo prenotabile per classe è di 30 persone. Le richieste che eccedono questo valore non verrano accettate.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di I grado
Prenota un percorso Educational

Seleziona il laboratorio che ti interessa e il giorno
Inserisci i dati richiesti, il nostro team confermerà la disponibilità via mail
Il numero di posti massimo prenotabile per classe è di 30 persone. Le richieste che eccedono questo valore non verrano accettate.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di II grado
Prenota un percorso Educational

Seleziona il laboratorio che ti interessa e il giorno
Inserisci i dati richiesti, il nostro team confermerà la disponibilità via mail
Il numero di posti massimo prenotabile per classe è di 30 persone. Le richieste che eccedono questo valore non verrano accettate.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Università
Prenota un percorso Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Comunichiamo che tutte le visite e le attività di Fondazione Pirelli sono temporaneamente sospese in coerenza con le indicazioni del Ministero della Sanità. Comunicheremo appena possibile il giorno di riapertura. Per informazioni contattare il numero 0264423971 o scrivere a info@fondazionepirelli.org

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Torna il Pirelli P7, il Cinturato “dalla pista alla strada”

Il nuovo Pirelli P7 è ben più che un fatto commerciale: è il riaffermarsi di una tradizione che vede nella cifra “7” una lunga storia pirelliana. Il P7 di oggi, infatti, rievoca il nome di un pneumatico che oltre quarant’anni fa cambiò il volto all’automobilismo sportivo, mettendo in pratica il concetto di passaggio tecnologico dalla pista alla strada.

Era il 1974 quando la Lancia Stratos scese in campo nel Mondiale Rally: una vettura per molti aspetti rivoluzionaria, vero e proprio gioiello di pura potenza. Per la Stratos, Pirelli realizzò un pneumatico altrettanto innovativo, un ultra-ribassato il cui fianco era alto solo la metà della larghezza del battistrada: impronta a terra praticamente quadrata, tenuta assoluta in accelerazione laterale, massima stabilità in qualunque condizione di impiego. Equipaggiata Pirelli P7, la Lancia Stratos vinse tutto il possibile in campo rallistico, dando il via ad una tradizione “racing” che per il P7 sarebbe durata oltre un ventennio.

Ma proprio nella logica pirelliana, che adatta le soluzioni elaborate per la pista alla produzione in serie, quasi contemporaneamente all’omologazione per la Lancia Stratos da rally, il Pirelli P7 iniziava la sua storia di super-pneumatico stradale. Fu la Porsche 911 Carrera Turbo ad adottarlo per prima, nella sua configurazione con disegno battistrada costituito da una fitta rete di blocchetti e incavi in funzione anti-aquaplaning. La struttura era quella unificata per le nuove generazioni del Cinturato: carcassa radiale e cinture metalliche sormontate da un giro di nylon a Zero Gradi, cioè disposto secondo il senso di marcia. E soprattutto, per la prima volta un ultraribassato Serie 50 pronto ad affrontare le strade “di ogni giorno”: l’industria dell’auto sportiva aveva trovato un nuovo punto di riferimento.

La storia del Pirelli P7 si affianca così a quella delle automobili che hanno scritto la storia delle quattro ruote: prima fra tutte la Fiat 131 Abarth, che ereditando il trono rallystico della Stratos scelse naturalmente il P7 anche per la sua versione stradale. L’ultraribassato Pirelli fu adottato anche dalla Lamborghini Countach, con una misura posteriore che scendeva alla Serie 35. La stessa che andò ad equipaggiare la De Tomaso Pantera, accoppiata ad un anteriore Serie 40: pneumatici ormai larghi oltre la soglia dei 35 centimetri. Pirelli P7 anche per Ferrari, con la 308 GTB, e per i modelli sportivi Alpina di BMW e per le Opel Manta e le Volkswagen Scirocco. Insomma, un pneumatico che andava conquistando il primo equipaggiamento sportivo degli anni Settanta e Ottanta, un pezzo di storia dell’auto del Novecento.

Il Pirelli P7, con le sue successive evoluzioni nei modelli P700 e P7000, accompagnò il primo equipaggiamento di tutto il mondo fino agli anni Novanta, quando ancora una volta fu la pista ad aprire un nuovo capitolo nella storia dei pneumatici Pirelli. E questa volta si chiamerà P Zero. Oggi Pirelli P7 rinasce. E’ un Cinturato moderno, ecocompatibile, proiettato verso il futuro della mobilità. Altri sono i parametri di confronto rispetto al “vecchio” P7, ma è lo stesso l’approccio a un mondo dell’auto che sempre si evolve e sempre cambia. Oggi si apre una nuova storia di alte prestazioni.

Multimedia

Images