Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
  • Scuola Primaria

  • Scuola Secondaria di I grado

  • Scuola Secondaria di II grado

  • Università

Back
Scuola Primaria
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di I grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di II grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Università
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Per informazioni sulle attività della Fondazione e l’accessiblità agli spazi
contattare il numero 0264423971 o scrivere a visite@fondazionepirelli.org

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Un circuito con la P lunga
nel tempio della velocità

È il 1938 quando viene messo in cantiere un programma di ammodernamento dell’Autodromo di Monza che prevede il rifacimento del manto stradale, la costruzione di una nuova parte del circuito e di una grande tribuna. In questa occasione viene realizzato quello che è ancora oggi noto come “circuito Pirelli”. Poco si sa di questo circuito, che compare per la prima volta proprio nella pianta del nuovo tracciato dell’Autodromo in quell’anno. Non risulta che fosse utilizzato per le competizioni e molto probabilmente viene realizzato, in collaborazione con Pirelli, come pista prove per testare i pneumatici. A sostenere questa ipotesi la composizione del circuito, con due rettilinei raccordati da due “curvette” di raggio differente e il diverso manto stradale, in parte in asfalto e in parte in porfido.

Lo scoppio della guerra porta alla sospensione delle attività dell’Autodromo di Monza fino al 1948 e a partire dagli anni Cinquanta si susseguono diverse modifiche nel tracciato. Oggi il circuito Pirelli resta ancora riconoscibile nei rettilinei e nella curva Nord – parzialmente asfaltata – dove è ancora visibile una parte del rivestimento in porfido, e rappresenta un’importante testimonianza della storia dell’Autodromo e delle attività di testing di Pirelli. A partire dal 1963 le prove su pista dei pneumatici Pirelli in Italia vengono trasferite sulla pista di Lainate, e successivamente, dal 1969, in quella di Vizzola Ticino. Realizzata appositamente per la sperimentazione e provvista di tutte le più moderne attrezzature e tecnologie, la pista di Vizzola è ancora oggi un punto di eccellenza della sperimentazione outdoor dei pneumatici Pirelli: una pista con la “P lunga”, proprio come il circuito nato negli anni Trenta a Monza, nel tempio della velocità.

Torna alla pagina principale

È il 1938 quando viene messo in cantiere un programma di ammodernamento dell’Autodromo di Monza che prevede il rifacimento del manto stradale, la costruzione di una nuova parte del circuito e di una grande tribuna. In questa occasione viene realizzato quello che è ancora oggi noto come “circuito Pirelli”. Poco si sa di questo circuito, che compare per la prima volta proprio nella pianta del nuovo tracciato dell’Autodromo in quell’anno. Non risulta che fosse utilizzato per le competizioni e molto probabilmente viene realizzato, in collaborazione con Pirelli, come pista prove per testare i pneumatici. A sostenere questa ipotesi la composizione del circuito, con due rettilinei raccordati da due “curvette” di raggio differente e il diverso manto stradale, in parte in asfalto e in parte in porfido.

Lo scoppio della guerra porta alla sospensione delle attività dell’Autodromo di Monza fino al 1948 e a partire dagli anni Cinquanta si susseguono diverse modifiche nel tracciato. Oggi il circuito Pirelli resta ancora riconoscibile nei rettilinei e nella curva Nord – parzialmente asfaltata – dove è ancora visibile una parte del rivestimento in porfido, e rappresenta un’importante testimonianza della storia dell’Autodromo e delle attività di testing di Pirelli. A partire dal 1963 le prove su pista dei pneumatici Pirelli in Italia vengono trasferite sulla pista di Lainate, e successivamente, dal 1969, in quella di Vizzola Ticino. Realizzata appositamente per la sperimentazione e provvista di tutte le più moderne attrezzature e tecnologie, la pista di Vizzola è ancora oggi un punto di eccellenza della sperimentazione outdoor dei pneumatici Pirelli: una pista con la “P lunga”, proprio come il circuito nato negli anni Trenta a Monza, nel tempio della velocità.

Torna alla pagina principale

Gallery

Images