Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Prenota un percorso Educational

Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
  • Scuola Primaria

  • Scuola Secondaria di I grado

  • Scuola Secondaria di II grado

  • Università

Back
Scuola Primaria
Prenota un percorso Educational

Seleziona il laboratorio che ti interessa e il giorno
Inserisci i dati richiesti, il nostro team confermerà la disponibilità via mail
Il numero di posti massimo prenotabile per classe è di 30 persone. Le richieste che eccedono questo valore non verrano accettate.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di I grado
Prenota un percorso Educational

Seleziona il laboratorio che ti interessa e il giorno
Inserisci i dati richiesti, il nostro team confermerà la disponibilità via mail
Il numero di posti massimo prenotabile per classe è di 30 persone. Le richieste che eccedono questo valore non verrano accettate.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di II grado
Prenota un percorso Educational

Seleziona il laboratorio che ti interessa e il giorno
Inserisci i dati richiesti, il nostro team confermerà la disponibilità via mail
Il numero di posti massimo prenotabile per classe è di 30 persone. Le richieste che eccedono questo valore non verrano accettate.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Università
Prenota un percorso Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Invia la tua richiesta per una visita guidata alla Fondazione Pirelli

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Taylor addio

Una volta c’erano Taylor (Frederick) e il Taylorismo, quell’organizzazione scientifica del lavoro che – piaccia o no – ha fatto compiere molta strada all’industria e alla manifattura in particolare. Oggi ci sono il web e la globalizzazione, la collaborazione che si estende orizzontalmente, quella socializzazione dell’organizzazione  d’impresa che ne ha cambiato anche la cultura. Ma tutto va ancora studiato meglio, capito, assimilato, diffuso.

Quanto ha scritto Marco Minghetti nel suo “L’intelligenza collaborativa. Verso la social organization”, serve proprio per questo: capire e usare, diffondere.

L’idea di base è che le “nuove forme di organizzazione” ottengono il coordinamento senza la centralizzazione, mentre il potere sta nelle capacità e non nei ruoli e la cosiddetta conoscenza condivisa trionfa sull’autoritarismo. Si tratta della “social organization”, nata e diffusa in alcune industrie e comparti, ma non ancora in altri.

Il libro di Minghetti è una sorta di “guida strategica” a questo tema. Serve per affrontare il cambiamento nelle imprese che nasce dall’uso dei social media e dai processi di collaborazione emergenti dal basso. Secondo l’autore nelle aziende tutto questo costituisce prima di tutto una sfida culturale, organizzativa, strategica prima che tecnologica, che coinvolge tutti: dagli Amministratori ai fattorini. Ma “L’intelligenza collaborativa” non è solo un manuale, è anche una raccolta di testimonianze di manager appartenenti a comparti diversi che raccontano le varie fasi della trasformazione organizzativa delle aziende in cui hanno lavorato. Parlano così dirigenti di  Cisco,  Gucci, Pirelli, Nokia, Mip, Telecom Italia, HERA, Ottica Avanzi, Vodafone, Unicredit, Banca Ifis,  Microsoft, Heineken,  IBM Italia, Bosch. Le tre parti in cui si articola il libro – le fasi necessarie per la trasformazione, il cambiamento delle risorse umane e i principi chiave attorno cui ruota il tutto -, sono così tutte da leggere.

L’intelligenza collaborativa. Verso la social organization

Marco Minghetti

Egea, 2013