Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
  • Scuola Primaria

  • Scuola Secondaria di I grado

  • Scuola Secondaria di II grado

  • Università

Back
Scuola Primaria
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di I grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di II grado
Percorsi Fondazione Pirelli Educational
Lasciate i vostri dati per essere ricontattati dallo staff di Fondazione Pirelli Educational e concordare le date del percorso.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Università
Percorsi Fondazione Pirelli Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Per informazioni sulle attività della Fondazione e l’accessiblità agli spazi
contattare il numero 0264423971 o scrivere a visite@fondazionepirelli.org

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Proctoids, ovvero quando l’impresa diventa vita

La cultura d’impresa può arrivare ad essere talmente vissuta da chi nell’impresa agisce, da dare vita ad un’identità fortissima, tanto da far coniare un nome proprio per chi in quell’impresa lavora e, di fatto, vive buona parte della sua vita attiva. Niente di autoritario, ma molto di pervasivo; un’identità che permea il vissuto dei singoli e ne caratterizza l’essere. E’ il caso della Procter & Gamble, multinazionale storica con 170 anni di vita, oltre 130mila dipendenti in 80 paesi che ha dato vita ad una “corporate culture” che si concretizza negli stessi dipendenti: i “proctoids”, membri, appunto, di una vera cultura d’impresa, unica nel suo genere e  autocostruita nel tempo.

Per capire meglio, Isabel Cristina Parra  –  dell’Università EAFIT della Colombia -, ha provato ad indagare fra gli stessi lavoratori della multinazionale arrivando alla conferma dell’esistenza di una “cultura omogenea all’interno dell’organizzazione analizzata”.

Secondo questa ricerca – prima teorica e poi empirica -, per arrivare sempre all’eccellenza produttiva la P&G è organizzata in team multifunzionali che offrono una gamma ampliata di incarichi e opportunità di carriera. “Questa struttura – spiega la Parra -, ha aumentato il livello di diversità ed è arrivata alla necessità di uniformare i comportamenti. La cultura aziendale di oggi è l’evoluzione di questo modello organizzativo che è iniziato molti anni fa. Nel tempo Procter ha capito che una cultura comune doveva essere creata al fine di mantenere un buon ambiente”. E non solo: “I valori aziendali, i principi e le pratiche divennero più forti perché hanno cominciato a passare da un dipendente ad un altro, da una generazione all’altra”.

La conclusione del lavoro è chiara: “Ogni individuo ha il proprio profilo culturale unico. Allo stesso modo, un dato gruppo di persone ha un profilo culturale che riflette gli orientamenti culturali generali delle persone all’interno di quel gruppo. Possiamo parlare di norme culturali dominanti in Procter & Gamble, e possiamo parlare di un profilo di P&G individuale”.

Proctoids: Are they a Myth or Reality A Holistic Analysis of Procter & Gamble Corporate Culture

Isabel Cristina Parra

Revista de Negocios Internacionales. Vol. 2 Nº 2 Pp. 126 – 144

La cultura d’impresa può arrivare ad essere talmente vissuta da chi nell’impresa agisce, da dare vita ad un’identità fortissima, tanto da far coniare un nome proprio per chi in quell’impresa lavora e, di fatto, vive buona parte della sua vita attiva. Niente di autoritario, ma molto di pervasivo; un’identità che permea il vissuto dei singoli e ne caratterizza l’essere. E’ il caso della Procter & Gamble, multinazionale storica con 170 anni di vita, oltre 130mila dipendenti in 80 paesi che ha dato vita ad una “corporate culture” che si concretizza negli stessi dipendenti: i “proctoids”, membri, appunto, di una vera cultura d’impresa, unica nel suo genere e  autocostruita nel tempo.

Per capire meglio, Isabel Cristina Parra  –  dell’Università EAFIT della Colombia -, ha provato ad indagare fra gli stessi lavoratori della multinazionale arrivando alla conferma dell’esistenza di una “cultura omogenea all’interno dell’organizzazione analizzata”.

Secondo questa ricerca – prima teorica e poi empirica -, per arrivare sempre all’eccellenza produttiva la P&G è organizzata in team multifunzionali che offrono una gamma ampliata di incarichi e opportunità di carriera. “Questa struttura – spiega la Parra -, ha aumentato il livello di diversità ed è arrivata alla necessità di uniformare i comportamenti. La cultura aziendale di oggi è l’evoluzione di questo modello organizzativo che è iniziato molti anni fa. Nel tempo Procter ha capito che una cultura comune doveva essere creata al fine di mantenere un buon ambiente”. E non solo: “I valori aziendali, i principi e le pratiche divennero più forti perché hanno cominciato a passare da un dipendente ad un altro, da una generazione all’altra”.

La conclusione del lavoro è chiara: “Ogni individuo ha il proprio profilo culturale unico. Allo stesso modo, un dato gruppo di persone ha un profilo culturale che riflette gli orientamenti culturali generali delle persone all’interno di quel gruppo. Possiamo parlare di norme culturali dominanti in Procter & Gamble, e possiamo parlare di un profilo di P&G individuale”.

Proctoids: Are they a Myth or Reality A Holistic Analysis of Procter & Gamble Corporate Culture

Isabel Cristina Parra

Revista de Negocios Internacionales. Vol. 2 Nº 2 Pp. 126 – 144