Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Prenota un percorso Educational

Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
  • Scuola Primaria

  • Scuola Secondaria di I grado

  • Scuola Secondaria di II grado

  • Università

Back
Scuola Primaria
Prenota un percorso Educational

Seleziona il laboratorio che ti interessa e il giorno
Inserisci i dati richiesti, il nostro team confermerà la disponibilità via mail
Il numero di posti massimo prenotabile per classe è di 30 persone. Le richieste che eccedono questo valore non verrano accettate.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di I grado
Prenota un percorso Educational

Seleziona il laboratorio che ti interessa e il giorno
Inserisci i dati richiesti, il nostro team confermerà la disponibilità via mail
Il numero di posti massimo prenotabile per classe è di 30 persone. Le richieste che eccedono questo valore non verrano accettate.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di II grado
Prenota un percorso Educational

Seleziona il laboratorio che ti interessa e il giorno
Inserisci i dati richiesti, il nostro team confermerà la disponibilità via mail
Il numero di posti massimo prenotabile per classe è di 30 persone. Le richieste che eccedono questo valore non verrano accettate.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Università
Prenota un percorso Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Comunichiamo che tutte le visite e le attività di Fondazione Pirelli sono temporaneamente sospese in coerenza con le indicazioni del Ministero della Sanità. Comunicheremo appena possibile il giorno di riapertura. Per informazioni contattare il numero 0264423971 o scrivere a info@fondazionepirelli.org

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Una redazione per raccontare l’impresa

Gli storici dell’industria concordano nel collocare il boom economico italiano tra il 1958 e il 1963. Dunque, il Grattacielo Pirelli nasce proprio nel mezzo del Miracolo. C’è nel nostro Archivio Storico un’immagine che fotografa bene il momento: una ragazza sorridente, a bordo di una Bianchina Cabriolet, e sullo sfondo il Pirellone, simbolo della Milano che crea e produce. È l’obiettivo di Publifoto a cogliere lo spirito della città operosa e moderna nel 1960. Due anni più tardi sarà invece Ugo Mulas, trentenne fotografo emergente nella “swinging Milan”, a fare della Bianchina gommata Pirelli Sempione la protagonista dei suoi scatti. Proprio al venticinquesimo piano dell’edificio, il fotografo milanese lavorava spesso con il romano Arrigo Castellani, allora capo della Direzione Propaganda Pirelli e direttore in quel periodo della Rivista Pirelli: un’invenzione editoriale nata una decina d’anni prima, nel 1948, dall’intuizione del poeta-ingegnere Leonardo Sinisgalli e del manager della Bicocca Giuseppe Luraghi. La Rivista guardava Milano, l’Italia e il mondo dall’alto del Grattacielo: analizzava con il giornalista Nino Nutrizio le Olimpiadi di Roma e si interrogava sulla Comunità Europea con l’economista Gavino Manca, capo dell’Ufficio Studi e stretto collaboratore del presidente Alberto Pirelli proprio al trentesimo piano del Grattacielo. Per la Rivista Pirelli il fotografo olandese Arno Hammacher salì sulla cima del Pirellone nel 1959 per immortalare in bianco e nero il lavoro dell’“Uomo e il grattacielo”: così titola il suo reportage pubblicato sul magazine in quello stesso anno.

Nell’ufficio di Castellani, Mulas incontrava anche i graphic designer che allora collaboravano con l’azienda, come Riccardo Manzi, Bob Noorda e Pino Tovaglia, tra gli altri. Una stagione di irripetibile creatività per la comunicazione visiva Pirelli. E’ firmata Castellani-Tovaglia la campagna pubblicitaria “Un viaggio ma…” del 1966, capolavoro a metà tra pop art e dadaismo lodato dalla scrittrice come Camilla Cederna. Arrigo Castellani morì nel dicembre del 1968: stava per iniziare una nuova epoca per il Grattacielo. Nel 1970, decennale dell’inaugurazione, il pittore belga Folon lo ritrasse per la Rivista e Dino Buzzati ne raccontò le “piccole storie”, brevi gioielli di narrativa d’autore. Che hanno contribuito a immortalare il Grattacielo nei suoi anni “pirelliani”.

Torna alla pagina principale

Multimedia

Images